CORONAVIRUS

Coronavirus, diretta: 10.149 casi, 631 morti, oggi 168 vittime in più. Guarite 1.004 persone, 280 più di ieri. Primo deputato positivo

Martedì 10 Marzo 2020
5
Coronavirus, diretta: crollo dei casi in Cina e Corea. Borse, l'Europa rimbalza, bene l'Asia

Coronavirus, il bilancio dell'epidemia inesorabilmente si aggrava: a fronte di un numero complessivo di 10.149 casi, sono 1.004 le persone guarite e 631 le vittime, oggi 168 vittime in più. Sono 877 le persone al momento ricoverate in terapia intensiva.

Nelle ultime 24 ore, secondo i dati resi noti poco fa dalla Protezione civile, i morti legati al coronavirus in Italia sono stati 631, 168 in più di ieri, con un incremento del 36,2%. L'incremento dei malati, passati da 7.985 a 8.514 (+529) è stato del 6,6%. Ma il dato risente di un aggiornamento della Regione Lombardia non arrivato in tempo. L'aumento delle persone guarite, diventate in totale 1.004, con un incremento di 280 unità, è del 38,6%. Infine i malati in terapia intensiva (877) sono aumentati di 144, con un incremento del 19,6%.

Coronavirus, in Italia meno casi (529), ma il 5% è under 30. «L'epidemia accelera in Europa»

Iss: 5-7% malati sotto 30 anni. Dai dati aggiornati a ieri «ci sono circa il 5-7%» di persone che hanno contratto il coronavirus con «meno di 30 anni». Lo dice il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro in conferenza stampa alla protezione civile sottolineando che il dato «conferma che queste fasce di età sono meno suscettibili, ma significa anche che il loro comportamento è fondamentale per evitare contagio».

Deputato positivo. Il deputato del gruppo Misto Claudio Pedrazzini è risultato positivo al test del Coronavirus. E' quanto apprende l'ANSA. Pedrazzini, deputato di Lodi, ad oggi risulta essere il primo parlamentare positivo al Coronavirus. I deputati che siedono negli scranni vicini a quelli di Pedrazzini sarebbero stati già informati perché possano prendere le dovute precauzioni. L'Autorità sanitaria è in contatto con i soggetti in questione, mentre la Camera ha comunicato ai deputati interessati che per loro non sarà possibile partecipare alla seduta di domani 11 marzo.

Il coronavirus arriva a Wall Street. Barclays ha annunciato che un suo dipendente a New York è risultato positivo al test ed è in quarantena dal 4 marzo. Positivo anche un dipendente di Morgan Stanley e uno di BlackRock.

Lombardia: 468 i decessi, 135 più di ieri. È salito a 468 il numero dei decessi per coronavirus in Lombardia: lo ha detto l'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera in conferenza stampa sottolineando che si tratta di 135 più di ieri «un numero ampio». In tutto i positivi risultano essere 5.791 (ma con molti tamponi in arrivo ancora), 3319 i ricoveri non in terapia intensiva (+505), 466 in terapia intensiva (+26) e 896 dimessi.

Coronavirus, la situazione nel resto d'Europa

Veneto: 913 nuovi positivi, 57 persone in più. Sono saliti a 913 i casi di persone positive al coronavirus in Veneto con un incremento, da stamane, di 57 unità restano 26 i morti. Lo rende noto l'ultimo report diffuso dalla Regione Veneto. Il numero delle persone ricoverate è 233 (+29), mentre sono 69 (+2) quelle in terapia intensiva. I malati dimessi sono finora 53.

Campania: 137 positivi, due sono guariti. L'Unità di Crisi della Protezione civile della Regione Campania comunica che nella mattinata odierna sono stati esaminati 68 campioni presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno: nove di questi sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. In totale i positivi in Campania sono 137, di cui 2 guariti. Riparto per provincia vede a Napoli città: 48 (Asl Napoli 1); nella provincia di Napoli: 37 (di cui 11 Asl Napoli 2 e 26 Asl Napoli 3); nella provincia di Avellino: 6; nella provincia di Benevento: 2; nella provincia di Caserta: 25; nella provincia di Salerno: 16. Nelle altre province: 3.


 


Emilia Romagna, il contagio rallenta. I dati di oggi in Emilia mostrano 15 nuovi morti e 1.533 casi di positività, 147 più di ieri. La progressione dei casi sta calando. Complessivamente ci sono 669 persone in isolamento a casa perché con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o prive di sintomi; quelle ricoverate in terapia intensiva sono invece 98 (8 in più rispetto a ieri). E salgono a 31 (ieri erano 30) le guarigioni, 30 delle quali riguardano persone 'clinicamente guaritè, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 1 dichiarata guarita a tutti gli effetti perché risultata negativa in due test consecutivi.

Purtroppo, però, crescono anche i decessi, passati da 70 a 85: 15, quindi, quelli nuovi, che riguardano 3 donne e 12 uomini; la maggior parte delle persone decedute aveva patologie pregresse, in qualche caso plurime, mentre per 5 pazienti sono ancora in corso gli approfondimenti. I nuovi decessi si sono registrati uno nella provincia di Bologna, 3 in quella di Reggio Emilia, 2 in quella di Parma, 6 in quella di Piacenza e 3 in quella di Rimini. In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: Piacenza 633 (31 in più rispetto a ieri), Parma 325 (46 in più), 206 Rimini (42 in più), Modena 127 (11 in più), Reggio Emilia 104 (1 in più), Bologna 86, di cui 37 del circondario imolese (complessivamente 6 in più, di cui 2 del circondario imolese), Forlì-Cesena 20 (di cui 14 Forlì e 6 Cesena, complessivamente 4 in più, di cui 1 a Cesena e 3 a Forlì), Ravenna 24 (5 in più), Ferrara 8 (1 in più rispetto a ieri).

I punti triage allestiti dalla Protezione civile regionale davanti alle strutture ospedaliere per filtrare le persone che accedono ai servizi sanitari sono complessivamente 17. Nel dettaglio: 3 in provincia di Piacenza (Fiorenzuola d'Arda, Castel San Giovanni e Piacenza città); 3 a Parma (Vaio di Fidenza, Borgotaro e Parma capoluogo); 3 a Reggio Emilia (Reggio Emilia, Montecchio e Guastalla); 5 a Modena (Sassuolo, Vignola, Mirandola, Pavullo nel Frignano e Modena capoluogo, dove la tenda è davanti alla sede del 118, a supporto degli operatori 118); 1 a Imola (Bologna); 1 Repubblica di San Marino; 1 davanti a Ospedale Santissima Annunziata di Cento (Ferrara). Sono state consegnate oggi ulteriori 2.595 mascherine (modello ffp2), 3.180 mascherine (modello ffp3), 738 tute mono uso. Nella serata di ieri erano arrivate altre 3.080 mascherine ffpp2 frutto di una donazione. Tutto il materiale viene consegnato al deposito sanitario di Reggio Emilia, da cui viene distribuito secondo i criteri prefissati, ad uso esclusivo di medici, infermieri e personale sanitario.

Coronavirus, cosa si può fare e cosa no fino al 3 aprile

Armani chiude negozi e hotel a Milano. Il Gruppo Armani ha deciso di chiudere temporaneamente, dalle 18 di oggi, negozi, ristoranti e hotelMilano. Lo anticipa lo stesso gruppo: «A fronte delle recenti evoluzioni dei contagi da coronavirus in Lombardia - si legge nella nota - e in continuità con le misure preventive finora adottate per non esporre ad alcun rischio la salute di dipendenti e clienti, il gruppo Armani comunica la chiusura temporanea dei propri negozi, ristoranti e hotel di Milano». Armani è stato il primo, durante l'ultima settimana della moda, lo scorso 23 febbraio, a scegliere la formula della sfilata a porte chiuse, senza pubblico, e ha poi donato 1 milione e 250mila euro agli ospedali e alla protezione civile.

Borsa, Piazza Affari affonda: -3,15%. Piazza Affari continua a cadere con il Ftse Mib che cede il 3,15%. Molti titoli sono sospesi dalle contrattazioni. Atlantia, Poste ed Exor, tutte in asta di volatilità, cedono rispettivamente il 9, il 7% e il 6,5%.

Friuli Venezia Giulia: salgono a 116 i casi positivi. Salgono a 116 i casi positivi al coronavirus in Friuli Venezia Giulia, dei quali 27 sono ricoverati in ospedale, tra cui 6 in terapia intensiva. Si registra inoltre il decesso di una donna di 93 anni a Udine con polipatologia, risultata positiva al test del Coronavirus. Lo rende noto la Regione, precisando - attraverso il vicegovernatore con delega alla Salute e Protezione civile, Riccardo Riccardi - che i tamponi finora effettuati sono 1.602.

LEGGI ANCHE Coronavirus, come difendere i risparmi

Francia: 1.784 casi, 86 gravi, 33 morti. Sono questa sera 1.784 i casi positivi al coronavirus confermati in Francia, 372 in più nelle ultime 24 ore, secondo quanto annunciato nel quotidiano punto stampa dal direttore generale della Sanità, Jerome Salomon. Fra i 1.784 casi, ce ne sono 86 gravi. I decessi sono 33, 8 in più rispetto a ieri sera.

La Cina vede la fine dell'emergenza
La battaglia «continua, ma la vittoria è vicina»: contestualmente all'arrivo del presidente Xi Jinping a Wuhan per la sua prima visita nella città focolaio del coronavirus dallo scoppio della crisi, l'agenzia Xinhua ha pubblicato molti commenti sugli sforzi cinesi contro l'epidemia. Wuhan è un luogo «decisivo» nella lotta al virus. «Una vittoria a Wuhan è una vittoria per l'Hubei, una vittoria nell'Hubei è una vittoria per la Cina», si rimarca in un'altra dichiarazione, ripetendo una frase usata in precedenza nei media ufficiali del Partito comunista cinese. A sette settimane dall'esplosione dell'epidemia, in Cina si contano 3.136 morti e 80.754 contagi. Lo ha riferito il ministero della Sanità di Pechino, nel giorno in cui nel Paese si sono registrati solo 19 nuovi casi e 17 vittime. I pazienti dimessi sono invece 1.297, mentre il numero dei casi gravi si è ridotto di 317 unità, a 4.797.
 
L'epidemia del nuovo coronavirus «è sostanzialmente limitata all'epicentro», ha detto il presidente cinese Xi Jinping, nella prima visita dallo scoppio della crisi a Wuhan, città da cui ha avuto inizio l'infezione. Xi ha promesso «una battaglia risoluta per la vittoria nella guerra contro il coronavirus», sollecitando - hanno riferito i media ufficiali - «sforzi decisi, solidi e meticolosi di prevenzione e controllo a difesa dell'Hubei e di Wuhan». Dopo un duro lavoro, la situazione «ha mostrato positivi cambiamenti con importanti progressi».

Confini chiusi al Brennero
«Con l'estensione della zona protetta su tutta l'Italia, possiamo dire che saranno chiusi i confini» al Brennero, «ad eccezione del traffico di rientro». Lo ha detto il governatore tirolese Guenther Platter, secondo l'agenzia Apa. Platter ha parlato di una «situazione drammatica in Italia». «Ora serve calma e prudenza», ha aggiunto. I controlli riguardano anche passo Resia e Prato alla Drava. La chiusura delle frontiere da parte dell'Austria non è stata concordata con l'Italia, come annunciato dal cancelliere Sebastian Kurz, ma semplicemente notificata all'ambasciatore italiano a Vienna a decisione già presa.

Albania, stop collegamenti con l'Italia
L'Albania ha deciso di imporre il divieto totale dei collegamenti aerei e marittimi con l'Italia: lo ha reso noto oggi il ministro albanese per l'Infrastruttura Belinda Balluku. «Il nostro provvedimento segue la proclamazione ieri sera di tutta l'Italia quale zona protetta da parte del premier Giuseppe Conte», ha spiegato Balluku. L'ultimo aereo verso l'Italia è stato quello dell'Alitalia delle ore 11.25 verso Roma, mentre gli ultimi traghetti di linea partiranno questa sera verso Bari e Brindisi. «Voglio precisare che il provvedimento riguarda solo il trasporto passeggeri. Le navi commerciali potranno normalmente proseguire la loro attività mentre i loro equipaggi saranno sottoposti ai controlli medici», ha detto Balluku. Il ministro albanese ha poi riferito che nel caso le autorità italiane volessero riportare in patria cittadini italiani rimasti in Albania, ciò potrebbe avvenire solo tramite velivoli e navi che verranno in Albania senza passeggeri. In Albania fino adesso sono 6 i casi di coronavirus, di cui un 28 enne rientrato da Firenze il quale ha contagiato altri 4 suoi familiari, e un altro 31 enne rientrato 7 giorni fa da Milano, dopo essersi fermato in Italia solo 24 ore.

British cancella tutti i voli da e per l'Italia
La British Airways ha annunciato oggi lo stop di tutti i voli da e per l'Italia, in seguito alle decisioni adottate ieri dal governo italiano per l'intero territorio nazionale. Finora la compagnia di bandiera britannica si era limitata a cancellare parte dei suoi collegamenti fra il Regno e la Penisola a causa dalla diminuzione delle prenotazioni sullo sfondo dell'emergenza coronavirus e, successivamente, a cancellare i voli da e per Milano, Venezia e Bergamo. 

Stati Uniti, 731 casi
Con due nuovi casi confermati in Virginia, sale a 731 il bilancio dei contagi da coronavirus negli Stati Uniti, riporta la Cnn. Secondo gli ultimi dati forniti dalle autorità sanitarie americane sono 26 i decessi. In otto stati è stato dichiarato lo stato di emergenza per il coronavirus, e in questi stati si stanno registrando chiusure delle scuole e delle università.

Piacenza, morto consigliere comunale
Nelio Pavesi, consigliere comunale di Piacenza della Lega, è morto all'ospedale dove era ricoverato da qualche giorno per aver contratto il Coronavirus. Aveva 68 anni.

Tre morti nel carcere di Rieti
È di tre detenuti morti, in conseguenza dell'assunzione di farmaci, il bilancio della rivolta scoppia nella tarda mattinata di ieri nel carcere di Rieti, Nuovo complesso. 

David Sassoli in quarantena precauzionale a Bruxelles
«Le nuove misure del Governo italiano allargano l'area protetta a tutto il territorio nazionale. Questo ha delle conseguenze importanti sul comportamento degli eurodeputati italiani. Per questa ragione ho deciso, essendo stato in Italia nell'ultimo fine settimana, ed esclusivamente per precauzione, di seguire le misure indicate e di esercitare la mia funzione di presidente dal mio domicilio di Bruxelles nel rispetto dei 14 giorni indicati dal protocollo sanitario». Così il presidente del Pe David Sassoli. «Sulla base della nuova situazione in Italia, il Parlamento Europeo ha aggiornato le sue misure a tutela della salute e per assicurare la continuità legislativa e di bilancio e di funzionamento degli organi interni. Questo ci permetterà di votare anche le prossime misure per fronteggiare il Covid-19», ha sottolineato Sassoli. Il presidente del Parlamento Ue ha quindi ricordato che «il Covid-19 obbliga tutti alla responsabilità e ad essere prudenti. Ô un momento delicato per tutti. Il Parlamento continua a lavorare utilizzando altre modalità, nell'esercizio dei suoi doveri. Nessun virus può bloccare la democrazia». 

Annullati 30 voli tra Italia e Bruxelles
Trenta voli fra l'Italia e l'aeroporto di Bruxelles sono stati annullati oggi come conseguenza delle misure prese dal governo italiano per arginare l'epidemia di coronavirus. Lo riporta l'agenzia di stampa Belga, specificando che si tratta di 15 voli in partenza e 15 in arrivo dalla Penisola, alcuni dei quali della compagnia Brussels Airlines, che ha deciso di annullare alcune le rotte su Milano e Venezia.

Corsa ai supermercati in Italia
Italia, dopo l'introduzione delle nuove misure che limitano gli spostamenti su tutto il territorio nazionale, in molte città è scattata la corsa ai supermercati. Da Roma a Napoli, già ieri sera si sono viste code per fare approvvigionamento selvaggio. Una fenomeno che non ha alcuna logica, dato che è stato più volte sottolineato come i rifornimenti di merce sono garantiti. 

52 casi in Alto Adige
Sono 52, sedici 16 in più rispetto a ieri, i casi positivi da coronavirus in Alto Adige. Lo comunica l'Azienda sanitaria dell'Alto Adige, ricordando che «per evitare il propagarsi del contagio in questo momento è fondamentale attenersi alle norme igieniche di comportamento diffuse dalle autorità». In particolare, spiega una nota, ciò significa lasciare l'abitazione solo in caso di necessità, lavarsi spesso e in modo accurato le mani, più volte al giorno, evitare grandi assembramenti di persone e mantenere la distanza minima di un metro da qualsiasi persona. L'Azienda sanitaria chiede anche di «limitare al massimo le visite negli ospedali e in tutte le strutture sanitarie».

Germania, colpiti tutti i 16 laender tedeschi
Con il primo contagio ufficiale in Sachsen-Anhalt, tutti i 16 Laender tedeschi sono adesso colpiti dal Coronavirus. Del caso ha riferito il ministero sociale di Magdeburgo.

Malta vieta l'ingresso agli italiani
Malta ha sospeso i collegamento passeggeri con l'Italia, aeri e navali. La decisione, presa in conseguenza alle misure italiane, è stata comunicata nella notte dal primo ministro, Robert Abela, in una conferenza stampa in cui ha reso noto nota anche una quarta positività al virus sull'isola, dopo quella di una famiglia italiana rientrata dal Trentino. Sull'isola vivono oltre 9 mila italiani residenti, ai quali vanno aggiunti almeno altri 15 mila per lavoro, studio o turismo. Il primo ministro maltese ha specificato che da e per l'Italia da stanotte non possono più viaggiare passeggeri, per nessuna ragione. I catamarani del collegamento veloce navale con Pozzallo, in Sicilia (circa un'ora e mezza di viaggio), saranno utilizzati solo per assicurare il regolare flusso degli approvvigionamenti di medicine, cibo e merci. Nella conferenza stampa notturna Abela ha precisato che il governo maltese si riunirà stamani e deciderà come assistere le dozzine di maltesi attualmente bloccati in Italia. All'ingresso di tutte le strutture sanitarie l'accesso di tutti è filtrato: chiunque recentemente abbia visitato un Paese in una lista una lista di 22, quindi non solo l'Italia, deve indossare la mascherina e viene informato sulla «opportunità» di sottoporsi al test, come ha constatato l'ANSA ieri.

Abruzzo, 39 casi
I test eseguiti nel corso della notte nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara hanno stabilito la positività al Covid 19 per 6 pazienti. Si tratta di un uomo di 70 anni e di una donna di 65 di Città Sant'Angelo (Pescara), ricoverati a Pescara; di una donna di 49 anni di Arielli (Chieti), familiare dell'uomo deceduto a Ortona (Chieti) nei giorni scorsi, ricoverata a Chieti; di un uomo di 65 anni di Francavilla al Mare (Chieti), ricoverato a Chieti; di un uomo di 44 anni di Rosciano (Pescatra), ricoverato a Pescara; di un uomo di 52 anni di Pescara, in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva della Asl. Salgono quindi a 39 i casi positivi al Covid 19 in Abruzzo. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

Vienna richiama gli austriaci dall'Italia
Il ministero degli esteri di Vienna ha diffuso un appello agli austriaci, che attualmente si trovano in Italia, a tornare in Austria. Inoltre, mette in guardia i suoi cittadini da viaggi in Italia, dopo il nuovo decreto sull'emergenza coronavirus. 

Il Regno Unito sconsiglia viaggi in Italia
La Gran Bretagna sconsiglia tutti i viaggi che non siano essenziali in Italia, dopo la decisione di ieri sera del governo di dichiarare tutto il Paese zona protetta. È quanto si legge sul sito del Foreign Office nell'ultimo aggiornamento sui consigli di viaggi.

Un caso alla Bce
Alla vigilia della riunione del Consiglio direttivo (che inizia mercoledì pomeriggio) la Bce annuncia che un membro dello staff è risultato positivo al coronavirus e che un centinaio di suoi colleghi lavoreranno da remoto. La Bce sta effettuando una profonda sanitarizzazione degli uffici potenzialmente coinvolti dal contagio. Ieri peraltro era stato effettuato un test su vasta scala chiedendo ai dipendenti di lavorare da casa pur assicurando la piena operatività dell'istituzione.

 


Corea del Sud, contagi in calo
La diffusione del coronavirus frena ancora in Corea del Sud: i nuovi casi registrati ieri sono stati 131, al passo più lento delle ultime due settimane, dopo i 248 di domenica, i 367 di sabato, i 438 di venerdì e i 518 di giovedì. Il totale delle infezioni, ha riferito il Korea Centers for Disease Control and Prevention, è salito a 7.513. I decessi sono aumentati di 3 unità, a 54. Mentre i nuovi guariti sono 81 per totali 247. Il 63% dei contagi accertati fa capo agli adepti della Chiesa di Gesù Shincheonji che ha sede a Daegu.

Primo caso in Mongolia: è un francese
La Mongolia ha bloccato per sei giorni ingressi e uscite dalla sue città dopo il primo caso di coronavirus nel Paese: è un cittadino francese che lavora in una consociata locale del colosso nucleare Orano, specializzato nell'estrazione dell'uranio. L'uomo, arrivato via Mosca, non avrebbe rispettato la quarantena obbligatoria di 14 giorni, ha detto il ministero della Salute mongolo. «La capitale Ulaanbaatar e tutti i centri delle province sono in quarantena fino al 16 marzo per frenare l'epidemia», ha spiegato il governo

Primo caso a Panama
Il presidente di Panama, Laurentino Cortizo, ha annunciato ieri sera che le autorità sanitarie del Paese hanno confermato l'esistenza di un primo caso di coronavirus. Lo scrive il quotidiano La Prensa. Si tratta, precisa il giornale, di una donna panamense di 40 anni in condizioni stabili che ora si trova in isolamento nella sua residenza con assistenza medica continua. Via Twitter, Cortizo ha sostenuto che «dopo aver applicato tutti i protocolli dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) possiamo confermare il primo caso di Covid-19 nel nostro Paese». Da parte sua la ministra della Sanità, Rosario Turner, ha spiegato che la donna è rientrata nel Paese proveniente dalla Spagna l'8 marzo e ha avvertito immediatamente sintomi di tosse e febbre, recandosi presso un ospedale dove sono stati applicati i protocolli previsti per il coronavirus.

 

 

Ultimo aggiornamento: 11 Marzo, 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani