Caravaggio, scoperti i proprietari dell'Ecce Homo ritirato dall'asta di Madrid. Ecco chi sono

Venerdì 23 Aprile 2021
Proprietari dipinto del presunto Ecco Homo di Caravaggio

È stato identificato il misterioso proprietario del presunto Caravaggio che stava per essere messo all'asta l'8 aprile scorso presso la casa Ansorena di MadridÈ la famiglia spagnola Pérez de Castro Méndez, a capo della scuola di design e moda di Madrid, i cui membri discendono dal diplomatico e politico Evaristo Pérez de Castro, autore della Costituzione di Cadice nel 1812.
 

Il caso

Il dipinto è rapidamente diventato un caso internazionale, dopo che era stato messo all'asta con una stima di 1500 euro per poi essere precipitosamente fatto sparire dal catalogo online, perché ritenuto dai critici l'Ecce Homo di Caravaggio di cui si erano perse le tracce nei secoli. Ad avvalorare tale teoria, oltre al parere degli esperti, anche l'interpretazione di alcuni documenti. Potrebbe proprio essere il dipinto realizzato da Caravaggio per il cardinale Massimi, la cui presenza era stata documentata proprio in Spagna, alla fine del Seicento. Roberto Longhi l’aveva poi individuato nella collezione Doria di Palazzo Bianco a Genova. Ma, secondo Sgarbi, si tratterebbe invece del dipinto all’asta a Madrid. L’attribuzione non si baserebbe solo su impressioni soggettive ma anche sulla considerazione di alcuni elementi storici visibili sull'olio su tela, 111 per 86 centimetri.

 

Cosa è successo

Il quadro era stato già esaminato dagli studiosi, che ne avevano attribuito la paternità alla cerchia di Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto, un pittore seicentesco molto importante che ha lavorato principalmente a Napoli. Ma poi alcuni critici, a partire da Maria Cristina Terzaghi, che è andata personalmente in Spagna per visionare l’opera, e anche Vittorio Sgarbi, ne hanno riconosciuto la mano di Michelangelo Merisi da Caravaggio. 

 

 

Il nuovo presunto Caravaggio getterebbe un'ombra su quello già consolidato? Forse no: Raffaella Besta, direttrice dei Musei di Strada Nuova, di cui fa parte Palazzo Bianco dove è conservata la tela dell'Ecce Homo attribuita nel 1952 a Caravaggio, ha puntualizzato che «un'attribuzione non viene messa in discussione dal ritrovamento di un'altra opera, peraltro di diversa composizione». Il Museo del Prado di Madrid ha reso noto il suo interesse ad acquisirlo, se sarà confermata la mano del grande artista italiano. Il ministro della Cultura spagnolo, José Manuel Rodríguez-Uribes, che ha vietato con una procedura d’urgenza l’asta e bloccato l’esportazione del quadro, ha dichiarato che «con questa doppia garanzia ci assicuriamo che rimanga in Spagna e che le cose possano essere fatte bene».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA