Due vedovi del Bataclan si sposano: dal loro amore è nata Bérénice

Domenica 28 Aprile 2019 di Simone Pierini
Sopravvissuti al Bataclan, le loro metà sono morte nell'attentato: dopo il dramma è nato l'amore

Lo stesso dramma vissuto, un amore nato dopo il dolore. La storia di Floriane Bernaudat e Johannes Baus ha un nome: Bataclan. Entrambi sono sopravvissuti all'attentato al teatro del 13 novembre 2015 nel cuore di Parigi dove sono rimaste uccise 90 persone. Tra queste c'erano anche Renaud Le Guen e Maud. Il primo era il compagno di Floriane, la seconda era moglie di Johannes. Le loro metà sono morte quella notte durante il concerto degli Eagles of Death Metal. E proprio in quell'occasione si sono conosciuti, poi innamorati. Nel 2017 si sono sposati e dal loro amore è nata una figlia, Bérénice

​Notre Dame, il prete eroe che ha salvato tra le fiamme la corona di spine: nel 2015 entrò al Bataclan

«Il nome significa colei che porta alla vittoria. Ecco, lei è una vittoria sulla vita, su quello che abbiamo vissuto: la prova che siamo ancora qui e che possiamo pensare al futuro», ha detto la ragazza a Radio Canada. Prima di quel 13 novembre Floriane era certa che avrebbe sposato Renaud, che conosceva da oltre dieci anni. Lui voleva andare al concerto e sono andati insieme. Lei è sopravvissuta ma il suo Renaud è rimasto ucciso. 

Johannes invece si era sposato pochi mesi prima con la sua Maud. Dopo la morte della moglie le aveva anche dedicato una canzone. Il titolo è "Crescere". Il video su Youtube li mostra insieme prima che fossero divisi dalle atrocità e dalla violenza dell'attacco al cuore della Francia. 
 


Oggi la loro è una nuova vita. Renaud e Maud saranno sempre parte di loro, ma in modo diverso. Il dolore vissuto li ha uniti in un nuovo amore. «È anche un modo per continuare a vivere per Maud e Renaud. Quello che volevamo fare con loro l’abbiamo fatto noi», le parole di Floriane.

Ultimo aggiornamento: 29 Aprile, 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA