Dagli ombretti cangianti al rossetto corallo, il maquillage perfetto per le serate estive

di Silvia Cutuli

Dj che dai dischi passano a mixare ombretti, mascara e rossetti. Prodotti di bellezza che ballano a ritmo del rock o della disco music. Signore e signorine che mettono mano al beauty case lasciandosi ispirare dalle sonorità del momento. La stagione estiva del divertimento notturno sta entrando nel vivo, con le discoteche di mezzo mondo che si rimettono a nuovo, suggerendo almeno per una sera di osare con gli abiti come con i prodotti di bellezza, senza troppi pensieri, mettendo in mostra la propria personalità, fosse anche quella più nascosta. «Per me polveri, matite per gli occhi, lipgloss, sono gli strumenti per raccontare una parte di me, senza domandarmi se un uomo possa utilizzarli, proprio come per gli abiti», racconta Graziano, l'alter ego anagrafico di La Stryxia, l'iconica dj del Plastic di Milano, cui Wycon cosmetics dedica una collezione capsula ispirata al look da nightclubbing. «Sono sempre stato attratto dall'aspetto, da qualcosa che possa darmi piacere visivo - spiega - Non è superficialità, ma semplicemente un'intelligenza estetica che mi ha portato venti anni fa a liberarmi dai pregiudizi e a indossare una magnifica tuta palazzo ultraprovocante o un vestito in seta fluttuante, a concedermi un'acconciatura originale e passarmi il rossetto».

DETTAGLI ESTROSI
Se La Stryxia infrange ogni regola con parrucca bionda e occhi incorniciati da passate di eyeliner e matita nera, si può prendere spunto da lui per imparare a esagerare, a costruire un make-up abbagliante e un po' eccentrico. Il trucco della notte deve incorniciare lo sguardo mettendo in valore gli occhi con dettagli estrosi: dall'applicazione di cristalli cangianti sulla palpebra inferiore, a ombretti brillanti dalla finitura metallica che citano la disco music degli Ottanta. Le labbra vengono stravolte da una doppia passata di rossetto a contrasto: gloss luminoso sul labbro superiore e una texture opaca per quello inferiore.

LA PLAYLIST
«È molto divertente giocare con il make-up a ritmo di musica, lasciandosi ispirare dalle sonorità della serata nella scelta dei colori», suggerisce Sara Cecchini, truccatrice per La7, la Rai e per il teatro. «Come base del trucco optiamo per un fondotinta molto leggero che accarezza la pelle lasciandola radiosa. Se la playlist suggerisce un'atmosfera rock osiamo con il rosso: tonalità corallo per l'ombretto da passare su tutto l'occhio. Disegniamo sotto la rima palpebrale ancora una linea di rosso per dare l'immagine finale di un trucco imperfetto e vissuto, ma d'impatto proprio per questo. E terminiamo con una passata di mascara volumizzante nella stessa tonalità di rosso».
Per un aperitivo musicale più rilassato, magari a bordo piscina, sono da preferire le nuance del bronzo per ombretto e smalto, entrambi super abbaglianti con discrezione. «Scegliamo i toni del rosa per revival musicali delle hit più amate del passato: ombretto luminescente, fard rosato e labbra rosso ciligia, una sfumatura accattivante e dal gusto rétro», dice ancora Sara Cecchini.

LE CHIOME
Sotto i riflettori della notte, anche i capelli sfoderano un tocco di creatività grazie a innovative tecniche di colorazione. «Il colorista si avvale di The Imprinter, uno strumento a base magnetica che, grazie alla presenza di due coppie di stencil metallici, gli consente di trasferire sui capelli effetti artistici all'avanguardia, come se la chioma fosse una tela su cui liberare la propria creatività», raccontano dai laboratori Davines, con la supervisione creativa del direttore artistico Angelo Seminara. Acconciati ad arte, scompigliati effetto naturale, domati con il gel, quale che sia la pazza idea che vi passa per la testa, tenete a mente che di notte l'unica regola di bellezza è non avere regole.

 
Sabato 9 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 28-06-2018 01:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP