Teenager pazze per le influencer giapponesi: le nuove Ferragni arrivano dall'Oriente

Sabato 27 Giugno 2020 di Maria Serena Patriarca
Kuua Oyasumi

Da geishe a Lolite ispirate ad Hello Kitty, dal kimono agli accessori underground, passando per le bamboleggianti “gyaru”  e le ragazze kawaii. La carica delle nuove icone del web più amate dalle teenagers ha gli occhi a mandorla, ed è espressione dell’ultima generazione pop cresciuta a suon di manga. A dare filo da torcere a Chiara Ferragni e ad altre note influencers del mondo occidentale, infatti, è un drappello di giapponesi che stanno spopolando sui social network, specialmente su Instagram, con il loro stile particolarissimo che si rifà alle tendenze della street-fashion di Tokyo. Parole d’ordine per le reginette social del Sol Levante? Abiti, acconciature, colori che seguono le ultime tendenze delle ragazze nipponiche, mix di influenze sweet Lolita, cyber gothic, bunny style e cosplay, per un duplice effetto sull’immagine delle nuove "dive" nipponiche online: un po’ bambine, un po’ fetish.
 

 

Modelle, deejay e produttrici musicali, le sorelle gemelle Amiaya hanno fatto del loro gemellaggio, appunto, la bandiera vincente per i followers. Abili imprenditrici di se stesse, 29 anni e un fashion brand di successo a loro nome, le Amiaya postano foto e video che le ritraggono sempre in look coloratissimi, con un sapiente mix di stili che spazia dalla moderna Lolita al dettaglio dark. Risa Nakamura, figlia d’arte (i genitori sono entrambi attori), ha lanciato virtualmente  da Tokyo nel mondo la tendenza “bambola”, tripudio di sfumature rosate che vanno dal cipria al fucsia, tanto da essere nota worldwide come Risa Doll. Kuua Oyasumi, lenti a contatto multicolore e capelli rosa fluo, è la paladina dello stile Yami Kawaii, ovvero il mix (fra abbigliamento, trucco e accessori) di nastri e perline color pastello con elementi di tocco gotico, tipo piercing e bondage. Burrosa, decisamente oversize ma felice e sicura della sua sensualità: si mostra così, negli outfit più stravaganti, Naomi Watabe: da attrice comica diventata influencer e personaggio pubblico su Instagram, con 9 milioni e 300mila followers al suo attivo. Anche le modelle giapponesi di grido entrano nel podio delle web-icons asiatiche più seguite: è il caso di Aya Stella e di Sayo Akasaka, quest’ultima laureata alla Bunka Fashion University di Tokyo e anche fotografa e art director. Cinque milioni e mezzo di followers per Kiko Mizuhara, di base a Tokyo e, anche lei, abile imprenditrice della propria immagine nel business online: tanto da essere stata scelta da Vogue Japan per posare sulle patinate pagine fashion del noto magazine di moda. Senza dimenticare Yukina Kinoshita e Nozomi Sasaki: fotomodella, travel influencer e globetrotter.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA