Top Volley, AbbVie e Polizia di nuovo in campo con #Accendiamoilrispetto: no al cyberbullismo

Una scossa alla rete contro il cyberbullismo e per il rispetto delle regole
di Gaetano Coppola
4 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Aprile 2021, 21:44

E’ partito per il sesto anno consecutivo “#Accendiamoilrispetto” il progetto etico della società di pallavolo Top Volley con il supporto di AbbVie e il patrocinio del Comune di Latina e della Polizia di Stato. Da questa edizione oltre al rispetto delle regole a trecentosessanta gradi e lotta al bullismo e al cyberbullismo si parlerà anche di inclusione delle diversità. Destinatari del messaggio gli studenti delle scuole della provincia e non solo, che nelle edizioni passate erano stati coinvolti con conferenze in presenza tenute dagli esperti e dai tecnici di AbbVie e della Polizia di Stato con la partecipazione dei campioni della Top Volley che ad ogni gara danno simbolicamente una “scossa alla rete” che divide il campo per ricordare che lo sport è vita, divertimento ma soprattutto rispetto delle regole e dell’avversario. In campo e sugli spalti.

Con la pandemia in corso gli incontri con gli studenti avvengono in streaming e sono stati già coinvolti gli studenti dell’istituto Rosselli di Aprilia con il dirigente Ugo Vitti e le professoresse Sabrina Vento e Luigina De Chiara. Prossimi appuntamenti con gli alunni dell’istituto romano Nostra Signora di Lourdes e  con quelli del Plinio il Vecchio di Cisterna.

Nella conferenza di presentazione, il questore di Latina, Michele Spina ha esortato a “stare vicini ai giovani e promuovere un dialogo costante basato sulla fiducia”. “Il rispetto delle regole è fondamentale - ha sottolineato il questore - in un momento in cui la pandemia ha esacerbato i disagi. La Polizia di Stato è da sempre impegnata in un rapporto diretto con gli studenti e ha molti progetti avviati sul rispetto della legalità. È positivo che i ragazzi possano incontrare modelli di riferimento nel mondo delle istituzioni, dello sport ma anche dell’imprenditoria”.

Il sindaco di Latina, Damiano Coletta ha posto l’accento sulla importanza dello sport come modello di rispetto delle regole, precisando come proprio il volley sia molto avanti su questo punto, sia tra gli atleti in campo che tra le tifoserie. Per quel che riguarda i social il sindaco di Latina ha evidenziato come in rete “il rispetto parta anche dal linguaggio e dai toni spesso aggressivi. Come amministrazione abbiamo aderito al Manifesto contro le parole ostili perché dobbiamo recuperare un modo di comunicare che generi rispetto, un messaggio cruciale per i ragazzi. Approfitto di questa occasione, inoltre, per invitare tutti ad avere il massimo senso di responsabilità in questi giorni in cui ci saranno progressive riaperture”.

E siccome è il volley ad aver avviato il progetto etico è arrivato il saluto del presidente e Ad di Lega Volley, Massimo Righi. “Condividiamo con decisione questa iniziativa perché è portatrice dei valori che sono alla base del nostro sport.  In questo periodo difficile rispetto, solidarietà e inclusione sono iniezioni di fiducia grazie alle quali siamo riusciti ad andare avanti senza lasciare indietro nessuno, attuando una più giusta meritocrazia sociale”.

Daniele Sottile regista della Top Volley, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio è con #Accendiamoilrispetto dalla prima ora. “Ho sempre creduto in questo progetto che mi ha coinvolto sul piano sportivo e personale, essendo padre di due ragazzi che stanno iniziando a usare la rete. Per me è stata una palestra di vita, ho portato la mia testimonianza ma ho avuto modo di capire come seguire meglio i miei due figli”.

Daniela Toia, direttrice del Polo di Campovere di AbbVie, ha rimarcato come l’azienda Farmaceutica abbia sposato il progetto per l’impegno in termini di responsabilità sociale che l’azienda ha verso il territorio in cui opera. 

Jacopo Mazzetti, Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lazio ha rimarcato l’importanza dello sport quale diffusore di valori e del rispetto delle regole mentre Monica Sansoni, referente territoriale del Garante in prima linea con Polizia postale e questura conosce bene le problematiche del web e i rischi ai quali sono esposti i giovani se non opportunamente istruiti ed educati. “I ragazzi sono costantemente on line ed è importante un’opera di prevenzione affinché si abituino a ‘pensare prima di agire’”. 

Infine il presidente della Top Volley, Gianrio Falivene ha assicurato la continuità della società a combattere questa battaglia per il rispetto delle regole contro il bullismo e per l’inclusione con un’attenzione particolare per l’uso delle parole e dei messaggi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA