CORONAVIRUS

A Fondi 30 giorni senza nuovi contagi e nessun ricovero per covid

Mercoledì 27 Maggio 2020 di Barbara Savodini

Dopo la denominazione covid free sono le dimissioni di tutti i positivi dagli ospedali della regione a far festeggiare, ma con moderazione, la città di Fondi. Ad annunciare la lieta notizia, con tanto di locandina, è stato il vice sindaco Beniamino Maschietto.

Nessun paziente ricoverato vuol dire anche nessun fondano grave il che è un altro dato particolarmente rincuorante per un territorio che ha pagato il maggior tributo della provincia di Latina in termini di vittime: 11 più una persona che ha contratto il virus nella zona dei Castelli ed è deceduta ad Albano.

L'occasione per fare il punto della situazione è stato il trentesimo giorno consecutivo senza nuovi contagi: un piccolo grande record per una città che, in pochi giorni, tra marzo e aprile, aveva raggiunto quota 109 casi finendo per essere ristretta in un cordone sanitario. L'ultimo obiettivo, ora, è azzerare completamente il numero dei positivi in isolamento domiciliare che, allo stato attuale, sono ancora 11.

I test sierologici

Procedono a ritmo spedito anche i test sierologici: sia quelli voluti dal Comune su amministratori e dipendenti, sia quelli a cui si stanno sottoponendo volontariamente i cittadini. Svariate le motivazioni che hanno portato i fondani a prendere d'assalto i due laboratori della città: curiosità, volontà di contribuire alla mappatura promossa dalla Regione, ma anche prevenzione.

Sì perché in caso di positività si è costretti a fare, nell'arco di 48 ore, il tampone. Questa procedura, in alcuni casi, fa sentire più al sicuro chi ancora non sta uscendo in quanto affetto dalla cosiddetta "sindrome della capanna".

Se da una parte l'estate e la reazione al lockdown hanno portato molti ad affollare strade, spiagge e locali, dall'altra c'è anche chi, in particolare i più cagionevoli, ha ancora il terrore di uscire. I dati, ad ogni modo, sono particolarmente incoraggianti. Tutti i test sierologici effettuati su dipendenti e amministratori sono risultati negativi. Quanto ai cittadini, nei casi in cui le analisi hanno evidenziato la presenza degli anticorpi da Sars cov-2, il tampone è poi risultato negativo.

Numeri discordanti

A tal proposito fa riflettere come il tasso di test sierologici positivi a Fondi sia molto più basso rispetto ai primi numeri emersi in altre località del sud pontino, per esempio Gaeta, dove nell'11% dei pazienti è stata riscontrata la presenza di anticorpi IgM. Questi ultimi, come noto, compaiono per primi nel siero dei pazienti e, quindi, indicano un’infezione recente. Sono gli effetti del cordone sanitario che ha terrorizzato i fondani tenendoli in casa? I dati tra città sono scostanti a causa di difformità metodologiche? È presto per dirlo, certo è che tutti i dati relativi alla città di Fondi, attualmente, sono estremamente confortanti. Compresi quelli raccolti all'ospedale "San Giovanni di Dio" dove, nonostante le numerose tac positive degli ultimi giorni, i tamponi sono stati sempre tutti negativi.

L'appello del vice sindaco Maschietto

«Mi rivolgo a tutta la cittadinanza - è l'appello del vice sindaco Maschietto - in particolare agli anziani che si incontrano per passeggiare, perché alcuni di loro non indossano la mascherina e non rispettano il distanziamento sociale, e ai giovani che legittimamente stanno ripopolando strade e piazze della città ma generando spesso assembramenti. Auspico in questo un impegno preciso dei genitori nel far comprendere ai propri figli che vivere la “fase 2” non significa che si possano riprendere le abitudini pre-epidemia. Non vorremmo essere costretti a interdire al pubblico le aree in cui non vengono osservate le norme». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani