Buttano brace ardente nel cassonetto: compattatore prende fuoco, paura in via Oriani

Buttano brace ardente nel cassonetto: compattatore prende fuoco, paura in via Oriani
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Agosto 2022, 15:33 - Ultimo aggiornamento: 17:49

Incendio questa mattina in Via Oriani, in pieno centro a Latina, accanto al Liceo Classico. Principio di incendio in un compattatore della raccolta di rifiuti di Abc, la società che gestisce il servizio nel capoluogo pontino: l'operatore si è accorto che i rifiuti che aveva appena caricato svuotando un cassonetto avevano preso fuoco, allora con grande prontezza di spirito li ha immediatamente scaricati in strada salvando il mezzo e consentendo ai vigilid el fuoco prontamente accorsi di spegnere le fiamme immediatamente. A quel punto è stato possibile raccoglierli nuovamente e ripulire la strada. 
 

Tutto questo è accaduto sotto gli occhi di decine di persone. La strada è stata chiusa e il traffico deviato. Secondo una prima ricostruzione, rilanciata dall'ex assessore all'Ambiente Dario Bellini, qualche sconsiderato aveva gettato nel cassonetto della brace ancora calda che ha appiccatoil fuoco a carta e altri rifiuti. 

«L’operatore di ABC che aveva caricato il cassone, fortunatamente se ne è accorto e ha prontamente svuotato il carico a terra per evitare che il camion prendesse fuoco - racconta Bellini - Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, un altro operatore con il "ragno" che ha rimosso i rifiuti e la spazzatrice che ha ripulito il tutto.
Ringrazio gli operatori ABC per la loro prontezza nell’evitare un disastro e quanti si sono prodigati per contenere i danni».

Bellini, che è decaduto dall'incarico dopo la sentenza del Tar ionsieme al sindaco, alla giunta e all'intero consiglio comunale, pensa al futuro: «Quando avremo completato il progetto del porta a porta e finalmente elimineremo i cassonetti stradali, eviteremo che si ripetano cose simili, garantendo nelle strade maggiore sicurezza e igiene. Ogni cittadino sarà più responsabilizzato rispetto a quanto conferisce nei rifiuti ed eviteremo che i costi della raccolta degli esercizi commerciali gravino su quelli della raccolta domestica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA