CORONAVIRUS

Lombardia, Fontana: «Bar affollati e apericene, ​così costretti a chiudere. De Luca? Ha ragione sugli ospedali»

Mercoledì 20 Maggio 2020
4
Fontana: «Bar affollati, se continua 
​saremo costretti a chiudere i locali»

Troppi locali affollati in Lombardia: il rischio è di dover chiudere nuovamente. «Sicuramente è andata meglio di come immaginassi. Ho visto che c'è stato grande rispetto da parte dei cittadini delle regole che abbiamo consigliato e imposto, rispetto a mascherine e distanziamento, quindi direi bene. Purtroppo ci sono ancora piccole sacche, ci sono alcune attività sulle quali non riusciamo ad avere una convinzione sufficiente: troppi apericena, troppi bar sommersi di persone e questo non va assolutamente bene. È chiaro che, se la cosa dovesse continuare, saremo costretti a chiudere quelle attività». Lo ha detto a Storie Italiane su Rai 1 il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, commentando la situazione nei primi giorni delle riaperture.

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, scoperto un nuovo meccanismo che fa aggravare il Covid

«Noi abbiamo dato la possibilità di riaprire bar e ristoranti, a condizione che si rispettino certe regole. Se queste regole non vengono rispettate e la gente si ammassa in un bar è chiaro che purtroppo non potremo continuare a lasciare quella libertà» ha spiegato Fontana. «Noi - ha aggiunto - dobbiamo riacquistare la nostra libertà passo dopo passo, non posiamo fare cinque passi in un colpo solo perché se no non solo rischiamo di non riacquistarla, ma di perdere quella già ottenuta».
 

Fontana: De Luca sugli ospedali ha ragione

Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenendo alla trasmissione «Aria Pulita» su 7 Gold, è tornato a parlare dell'ospedale alla Fiera di Milano e degli altri ospedali Covid, dando ragione al governatore della Campania Vincenzo De Luca. «Noi stiamo predisponendo il progetto di una rete di ospedali Covid. Tre ospedali (quello della Fiera di Milano, quello della Fiera di Bergamo e quello che verrà realizzato a Brescia, ndr) li abbiamo già individuati. Adesso dovremo parlare anche con il governo per capire se arriveranno risorse e l'entità delle risorse, noi cercheremo comunque di creare una rete di ospedali, per essere pronti a qualunque evenienza, che tutti quanti ci auguriamo che non debba ripetersi e per dare una risposta a quegli stupidi che fanno polemica e che oggi il mio collega di Napoli ha definito imbecilli», ha detto Fontana.
 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 07:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA