LA TRAGEDIA

Ischia, trovati altri tre corpi: sono quelli di Salvatore Impagliazzo, e i genitori dei tre fratellini, Gianluca Monti e Valentina Castagna. Undici le vittime

Continuano le ricerche per altri due dispersi

Le vittime della frana a Ischia

In caso di allerta gialla o arancione 1.300 abitanti devono lasciare le abitazioni

In caso di allerta meteo gialla o arancione, almeno mille, forse milletrecento, residenti ischitani dovranno abbandonare le proprie abitazioni fino a cessata emergenza. Il prefetto di Napoli Claudio Palomba fa il punto della situazione al termine di un incontro del comitato operativo presenti il neo commissario Giovanni Legnini e il capo della protezione civile Fabrizio Curcio. Finora sono stati verificati 1.134 edifici, la quasi totalità di quelli a possibile rischio; entro stasera il monitoraggio sarà ultimato. Quelli da sgomberare sono circa 600. Ci saranno pulmini a disposizione e si cercherà di sistemare tutti in alberghi.

Con il ritrovamento di Valentina sono stati ritrovati tutti i corpi della famiglia dispersa

Con il ritrovamento di Valentina Castagna, di 37 anni, sono stati estratti tutti i corpi della famiglia Monti di Casamicciola. I primi a essere ritrovati sono stati i i figli più piccoli, Marie Teresa di 6 anni e Francesco di 11 anni. Poi due giorni dopo è stato rinvenuto il corpo di Michele di 15 anni. Oggi sono stati ritrovati il papà, Gianluca e la mamma, Valentina. La donna è stata identificata dai familiari e recuperate anche grazie ai cani molecolari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Le cinque salme si trovano adesso presso la sala mortuaria dell'ospedale Rizzoli di Ischia. Manca all'appello l'ultima dispersa della frana, Mariateresa Arcamone.

Trovato il corpo dell'undicesima vittima

È stato recuperato in via Santa Barbara a Casamicciola il corpo dell'undicesima vittima della frana di sabato scorso. Si tratta di una donna, in via di identificazione. Resta ora solo una dodicesima persona considerata ancora dispersa.

Identificate le due vittime estratte stamattina

I due cadaveri recuperati stamane a Casamicciola sono stati identificati: si tratta, come era stato ipotizzato, dei corpi di Gianluca Monti, 37 anni, e di Salvatore Impagliazzo, che dopodomani avrebbe compiuto 32 anni. Impagliazzo era il compagno di Eleonora Sirabella, la prima vittima accertata della frana. Monti era il papà dei tre bambini morti sotto il fango e già estratti dalle macerie.

Impagliazzo è stato trovato in via Santa Barbara, in una casa abbandonata dopo il terremoto del 2017, molto distante da quella in cui viveva con Eleonora. I soccorritori lo hanno rintracciato per una intuizione, a ben 300 metri dal luogo in cui si pensava potesse essere, scaraventato verso valle dalla furia del fiume di fango, massi e detriti che partita dalla sommità dell'Epomeo si è ingrossato strada facendo ed ha travolto tutto quello che incontrato sul suo cammino, cancellando di fatto la casa in cui Salvatore ed Eleonora vivevano in questi mesi. Anche l'altro disperso non era dove si pensava fosse: Gianluca Monti, il tassista penultimo componente della famiglia di cinque persone cancellata dalla frana, è stato individuato in un'area che si ritiene sia il giardino della sua casa ma che il fango ha resto impossibile da mappare con certezza.

Tommaso Foti (FdI): «Bene Musumeci, semplificazione è la strada giusta»

«Bene l'impegno assunto questa mattina in Aula, nel corso dell'informativa urgente sulla frana di Ischia, dal ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare Nello Musumeci riguardante la volontà del governo di affrontare in modo deciso e concreto il problema del dissesto idrogeologico. Un fenomeno che non interessa solo l'isola di Ischia ma gran parte del territorio italiano. La strada indicata dal ministro su una proposta di riforma normativa per semplificare le disordinate e disarmanti procedure di intervento per la mitigazione del rischio, non solo idrogeologico, è quella giusta. Allo stesso tempo, appaiono ridicole le illazioni della solita sinistra che tenta di estendere a Fratelli d'Italia le responsabilità sull'approvazione dell'articolo 25 del decreto Genova, nella parte che riguardava il condono per Ischia». Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera dei deputati, Tommaso Foti.

«Basterebbe leggere le dichiarazioni di voto dell'epoca per avere contezza delle critiche mosse dal nostro gruppo parlamentare alla decisione di inserire in quel provvedimento, varato per la ricostruzione del ponte Morandi di Genova, una sanatoria per le abitazioni abusive di Ischia. C'è una sostanziale differenza con il Pd: noi votammo a favore perché volevamo che il sindaco del capoluogo ligure fosse nominato commissario per la ricostruzione del ponte, il Pd, invece, avrebbe semplicemente voluto piazzare un suo affine sulla poltrona di commissario», conclude l'esponente di FdI.

Sale a dieci il numero delle vittime

Con il ritrovamento dei corpi dei due uomini a Casamicciola Termine sale a dieci il numero delle vittime della frana di sabato. Restano ancora due dispersi, entrambe donne: Mariateresa Arcamone e Valentina Castagna, quest'ultima è la madre dei tre fratellini ritrovati senza vita nei giorni scorsi. I due uomini non sono ancora stati identificati ufficialmente.

Ischia, dopo informativa alla Camera, Musumeci riferisce al Senato

Il ministro per la Protezione civile e le Politiche del Mare, Nello Musumeci, sta svolgendo ora l'informativa al Senato sull'alluvione di Ischia. In precedenza, alle ore 9.30, il ministro ha riferito alla Camera.

Chiara Braga (PD): «Più risorve in manovra per la prevenzione»

«Accelerare la messa in sicurezza del territorio, procedere con una legge contro il consumo di suolo e approvare al più presto il piano nazionale di adattamento climatico. Ma soprattutto utilizzare la prossima Legge di bilancio per destinare tutte le risorse a disposizione del Parlamento a rafforzare la prevenzione del dissesto idrogeologico, ridurre l'impatto dei cambiamenti climatici e dedicare cura al territorio, evitando di disperderle in opere inutili e dannose». A formulare queste proposte è la deputata del Pd, Chiara Braga, intervenendo a nome del Gruppo durante l'informativa del ministro Musumeci sulla tragedia di Ischia.

«Incalzeremo il governo», assicura «perché il tema del clima, della difesa del territorio, della manutenzione diventi una priorità per evitare altre tragedie come quella di Casamicciola. Ma soprattutto metteremo in campo ogni azione per scongiurare nuovi condoni edilizi. Preoccupano infatti le parole e le ambiguità del ministro perché non esiste un 'abusivismo leggerò. Preoccupa perché le forze politiche che sostengono l'attuale governo sono state protagoniste in passato di condoni gravissimi, che precedono quello del 2018 che estese proprio a Ischia le norme del condono più permissivo di sempre».

«Chiediamo di garantire ai sindaci e ai prefetti strumenti e risorse per attuare i piani di salvaguardia e abbattere ciò che non poteva e non doveva essere costruito, per sbloccare le procedure di esproprio e per mettere davvero in sicurezza un territorio fragile come il nostro», conclude la parlamentare.

Casamicciola, Manfredi: «Ultimi dettagli per piano emergenza»

«I vigili del fuoco insieme al Comitato operativo comunale stanno lavorando sugli ultimi dettagli del piano, ci sono sopralluoghi sul campo fatti sia dai tecnici dei vigili fuoco che da esperti di sostegno del Genio civile, della Regione e della Protezione civile nazionale». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, rispetto alla messa a terra del piano di evacuazione in caso d'emergenza sull'isola di Ischia.

«La direzione che abbiamo indicato è avere un piano d'emergenza speditivo che consenta di mettere in sicurezza le persone per il maltempo che è atteso nel fine settimane. Tutto sta procedendo nella direzione che abbiamo definito sia dal punto di vista tecnico che organizzativo», ha concluso.

Musumeci: "Pronti a collaborare con la procura"

«Il Dipartimento della Protezione civile e tutta l'amministrazione dello Stato sono pronti a fornire alla magistratura partenopea la collaborazione che dovesse rendersi necessaria». Lo afferma il ministro per la Protezione civile e le Politiche del Mare, Nello Musumeci, in un'informativa urgente sulla tragedia di Ischia ricordando che sull'accaduto la procura ha aperto un'inchiesta.

Individuati nella zona di via Celario i corpi di due degli ultimi quattro dispersi della frana di Casamicciola. Entrambi sono stati estratti dalle squadre di soccorso. Il primo corpo senza vita è stato tirato fuori in via Santa Barbara mentre l'altro in via Celario. Non si ha ancora la certezza delle identità dei due uomini ritrovati.

Uno potrebbe essere quello di Gianluca Monti. L'altro corpo si ipotizza possa essere quello di Salvatore Impagliazzo, compagno di Eleonora Sirabella la prima vittima accertata della frana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA