CORONAVIRUS

Coronavirus, va a prendere la moglie Oss invalida: multa da 533 euro

Lunedì 20 Aprile 2020
1
«Sto andando a prendere mia moglie invalida», ha spiegato alla polizia locale. Ma gli agenti non hanno voluto sentire ragioni e gli hanno fatto una multa da 533 euro. E' successo a Vimodrone, nel milanese. L'uomo ha spiegato che stava andando a prendere sua moglie, una 60enne invalida al 46% per via di alcune patologie che le impediscono di camminare bene, e impiegata come operatrice sociosanitaria in Terapia intensiva cardiochirurgica all'ospedale San Raffaele di Milano. Secondo gli agenti però «lo spostamento personale al di fuori del proprio comune non è avvenuto per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute».

Coronavirus, dimessa coppia cinesi da San Filippo Neri. Sono stati i primi casi di Covid 19 in Italia
Coronavirus, zero contagi nella comunità cinese di Prato, il sindaco: «Hanno dato il buon esempio»

Dopo il verbale, il marito della signora, un 59enne di origini peruviane e ormai da diversi anni in Italia, si è ripresentato, insieme alla moglie, davanti alla pattuglia: la 60enne ha mostrato il tesserino dell'ospedale, ha spiegato di avere appena finito il turno di lavoro (fa anche servizio extra per via dell'emergenza Coronavirus) e di avere difficoltà a prendere i mezzi per ritornare a casa, a Cernusco sul Naviglio. Anche questa volta non c'è stato nulla da fare e gli agenti della polizia locale l'hanno invitata a fare ricorso contro la stangata. Qualche giorno dopo il legale della coppia, l'avvocato Simone Ciro Giordano, ha inviato alla polizia locale di Vimodrone i certificati medici che attestano le patologie della donna, che è in attesa di essere operata. Ma lo scorso 18 aprile, al telefono, la polizia locale ha comunicato al legale di avere già inviato il verbale in prefettura. Ora non resta che il ricorso davanti al Prefetto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA