MILANO

Milano, vietata la vendita di bevande d'asporto dopo le 19

Lunedì 25 Maggio 2020
1

Sarà vietato a Milano vendere bevande per l'asporto dopo le 19: è quanto ha detto il sindaco Giuseppe Sala, al termine di un incontro in prefettura con il presidente della Regione Attilio Fontana e il prefetto Renato Saccone. Il divieto di asporto riguarderà non solo i bar «ma anche i negozietti di prossimità, ma non i supermercati - ha aggiunto il sindaco -. Di fatto quello che sanzioneremo sarà il consumo di alcolici in piedi se non sarà in un luogo dedicato, definito come spazio prospiciente al bar».

Coronavirus bollettino Lombardia, rallentano i contagi (più 148) e i morti sono 34
Fase 2, riaprono piscine e palestre: tante limitazioni per chi torna a fare sport

La norma sarà in funzione a partire da domani sera dopo un'ordinanza del sindaco. Non ci saranno quindi chiusure anticipate o modifiche agli orari di apertura e chiusura dei bar: «Non poniamo limiti temporali alla chiusura dei locali - ha detto Sala -. Ci abbiamo pensato ma non ne vale la pena per non penalizzare i servizi commerciali e perché magari la situazione così può anche peggiorare». La sanzione per chi non rispetterà le regole rimane quella attuale sul divieto di assembramento.
 

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 07:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA