Movida, stretta del sindaco di Paliano: divieti su alcolici e stop alla musica dalle 24.30

Movida, stretta del sindaco di Paliano: divieti su alcolici e stop alla musica dalle 24.30
3 Minuti di Lettura
Sabato 10 Luglio 2021, 09:11 - Ultimo aggiornamento: 22:36

Giro di vite dell'amministrazione Alfieri sulla vendita degli alcolici e sugli intrattenimenti serali fino al 31 luglio. Per regolamentare la movida, che ogni giovedì (o venerdì a seconda degli eventi) raduna a Paliano migliaia di giovani, Domenico Alfieri, sindaco del Comune anticamente feudo dei Colonna, ha firmato un'ordinanza per tentare di mettere un freno alle scorribande notturne e ai comportamenti frutto dell'assunzione di alcol.

Il contenuto dell'ordinanza era stato illustrato agli esercenti martedì scorso, presso il teatro comunale Esperia, dal sindaco stesso e dall'assessore alle politiche per le attività commerciali e industriali, Federico Fiore. Scopo dell'incontro era "stabilire di comune accordo - ha dichiarato Alfieri - delle misure in grado di concorrere alla sicurezza e il decoro del centro storico durante il periodo estivo". Le misure sono scattate in seguito ai fatti accaduti la scorsa settimana, quando la bagarre nel centro storico è andata avanti per tutta la notte non solo disturbando la quiete pubblica ma facendo anche registrare diversi episodi di inciviltà e maleducazione ai danni dei residenti nel centro storico. L'ordinanza stabilisce il divieto della vendita per asporto di bevande di qualsiasi tipo in recipienti di vetro dopo le 21 sia tramite attività commerciali che tramite distributori automatici; dalla mezzanotte e trenta fino alle 6 del mattino stop alla vendita da asporto; inoltre è vietato il consumo di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione sulle aree pubbliche, compresi parchi e giardini aperti al pubblico. Decisa anche la chiusura al pubblico degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande dall'una e trenta alle 5. Sono vietati, infine, l'intrattenimento musicale e le emissioni sonore dopo la mezzanotte e mezza.

"Certo, è giusto limitare persone che non hanno lavorato per mesi, quando in un’intera serata non si è vista un’autorità competente a ristabilire l’ordine" ha commentato l'ordinanza una giovane utente social lamentando l'assenza di controlli. "Bisogna essere più realisti - prosegue il commento - in quanto la cosa da controllare non è la somministrazione di bevande alcoliche, ma qui si va ben oltre e purtroppo non si vede mai nemmeno l’ombra di chi ha competenza per controllare"

© RIPRODUZIONE RISERVATA