Burberry, bene le vendite nel terzo trimestre e alza le previsioni per l'anno

Una sfilata di Burberry
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Gennaio 2020, 16:31

Trimestre positivo per il gruppo del lusso britannico Burberry, che ha registrato un leggero aumento delle vendite e ha alzato le previsioni per l'anno nonostante le manifestazioni a Hong Kong, grazie a una buona accoglienza delle collezioni del suo creatore Riccardo Tisci. L'iconico gruppo ha annunciato vendite in crescita del 3% su base annua a 719 milioni di sterline, con le collezioni di Riccardo Tisci che hanno permesso di aumentare i prezzi per il trimestre chiuso alla fine di dicembre.

«Continuiamo a vedere una buona risposta da parte dei consumatori alle nuove collezioni di Riccardo Tisci con una crescita a doppia cifra nel corso dell'anno», ha commentato l'amministratore delegato Marco Gobbetti. «Stiamo prevedendo una crescita a una cifra dei nostri ricavi annuali a tassi di cambio costanti rispetto alle precedenti previsioni incentrate sulla stabilità» ha affermato il gruppo nel comunicato stampa. Che prevede un margine operativo rettificato stabile a tassi di cambio costanti «nonostante l'impatto dei disordini a Hong Kong». Lo stilista italiano, ex Givenchy, subentrato a marzo 2018 a Christopher Bailey, con la missione di dare nuova vita alla maison fondata nel 1856, ha esordito con collezioni più «street wear» e meno classiche rispetto al passato. «Il 2020 sarà il secondo anno del nostro piano di trasformazione di Burberry», aggiunge l'amministratore delegato, che cerca di rilanciare la fascia più alta e un'offerta ampliata, concentrandosi su Asia e mercato cinese.

Il gruppo organizzerà una sfilata a Shanghai ad aprile e sta costruendo il suo primo «social store» in collaborazione con il colosso della tecnologia cinese Tencent, che dovrebbe aprire a Shenzhen nella prima metà del 2021. «Anche se siamo consapevoli dell'incerto contesto macroeconomico, rimaniamo fiduciosi nella nostra strategia» conclude Gobbett. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA