GRAN BRETAGNA

100 vip a sostegno di Zarah Mohammed, la prima donna a guidare l'Islam inglese

Giovedì 18 Febbraio 2021
100 vip a sostegno di Zarah Mohammed, la prima donna a guidare l'Islam inglese

Ostilità e pregiudizi. Più di 100 personaggi pubblici, tra cui la parlamentare inglese Tory Sayeeda Warsi, le deputate laburiste Diane Abbott e Naz Shah, hanno firmato una durissima lettera aperta alla BBC per criticare l'intervista «sorprendentemente ostile» a Zara Mohammed, la prima donna a guidare il Muslim Council inglese, l'organismo che raggruppa le moschee britanniche. Una intervista che, a detta delle parlamentari, avrebbe fatto affiorare pregiudizi contro le donne musulmane. Ad essere intervistata era la 29enne Zara Mohammed, una consulente di formazione e sviluppo proveniente da Glasgow da poco chiamata a guidare l'organismo islamico.

In pratica nell'intervista Zara sarebbe stata più volte interrotta a proposito del numero di imam donne in Gran Bretagna. «Nonostante le ripetute affermazioni di Zara che l'arbitrato religioso non rientrava nei parametri del suo ruolo alla guida di un'organizzazione della società civile, la Barnett ha posto la domanda sulle donne imam quattro volte, ogni volta interrompendo la risposta della Mohammed».

«la falsa equivalenza tra imam con rabbini e sacerdoti in una religione che non ha clero rifletteva una mancanza di base di alfabetizzazione religiosa necessaria per un impegno autentico con le comunità musulmane britanniche» si legge nella lettera.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA