A Natale non regalate un animale: meglio una visita al Canile

Martedì 24 Dicembre 2019 di Marco Pasqua
Non regalate un animale meglio una visita al Canile

Un guinzaglio nuovo di zecca, attaccato ad un cucciolo di cane, a suo volta legato ad un palo. Nessuna svista o dimenticanza di qualche padrone distratto (che sarebbe comunque da condannare), ma la volontà precisa di sbarazzarsi di quell’animale. Lo scatto, che si riferisce alla città di Catania, è stato postato in queste ore da Rinaldo Sidoli, ambientalista oltre che amante degli animali: «Lui è un regalo non gradito. Abbandonato, legato a un palo della stazione dei bus, così come lo vedete. A Natale non regalare animali, non sono giocattoli». Un caso che solleva un tema importante, che molti sottovalutano: cani e gatti non sono dei peluche da dare via a Natale, sperando che chi li riceve sia contento.

Un animale richiede un atto d’amore costante, dedizione quotidiana, e non può essere oggetto di una “scommessa”: «Se non gli piace, lo diamo a qualcun altro o lo abbandoniamo», non è un discorso ammissibile, che però capita di sentire. Piuttosto che regalare un cane o un gatto, offritevi di accompagnare la persona al Canile e di vedere con i suoi occhi animali abbandonati che sono lì da molti anni. Forse, incrociando il loro sguardo, potreste fare uno splendido dono di Natale non solo a chi lo riceve ma a quel cane, spalancandogli per sempre la porta della sua gabbia.
 

Ultimo aggiornamento: 18:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma