Tumori, una dieta può aiutare a combatterli: ecco gli alimenti che attivano le cellule "Natural Killer"

Ricerca, scoperta la dieta che combatte il tumore. Ecco gli alimenti che attivano le cellule "Natural Killer"
3 Minuti di Lettura
Martedì 18 Gennaio 2022, 11:57 - Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 15:53

Olio extravergine d'oliva, pane integrale, frutta fresca e secca in quantità limitate e prestabilite. La dieta "ipoglicemizzante", basata su alimenti di origine vegetale attiva le cellule "killer" che combattono il tumore. É quanto emerge da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori in collaborazione con l'Istituto Firc di Oncologia Molecolare (Ifom) e il supporto economico di Fondazione Airc

Gli effetti della dieta ipoglicemizzante sul cancro


Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Cancer Discovery, ha coinvolto 101 pazienti.«Si sono attivate alcune cellule del sistema immunitario che hanno un ruolo importante nel riconoscere e uccidere le cellule tumoralì» ha spiegato Filippo De Braud, Direttore del Dipartimento di Oncologia ed Ematologia dell'INT e professore ordinario dell'Università di Milano. I risultati di questo studio sono incoraggianti e dimostrano che questo tipo di regime alimentare è sicuro, fattibile e associato a un recupero di peso nella maggior parte dei pazienti oncologici trattati.

L'altra buona notizia è che ci sono i presupposti per sperimentare questo approccio terapeutico in diverse forme di tumore. Come spiega De Braud: «Il fatto che la dieta ipoglicemizzante riesca a ridurre i livelli ematici di glucosio e di fattori di crescita in maniera simile a quanto osservato in esperimenti con animali di laboratorio, costituisce il  presupposto biologico per la sperimentazione di questo approccio terapeutico per diverse forme di tumore»   

Nel dettaglio si tratterebbe di una dieta ciclica da osservare per 5 giorni, ogni 3-4 settimane. Gli effetti sono evidenziati dallo studio di Licia Rivoltini, direttrice l'Unità di Immunoterapia dei Tumori, che ha raccolto e analizzato i campioni di sangue dei pazienti prima e dopo i cinque giorni di dieta rilevando che questa «aumenta la presenza nel sangue di cellule immunitarie buonè come i linfociti T citotossici e le cellule Natural Killer: queste sono potenzialmente in grado di riconoscere e uccidere le cellule tumoralì».

© RIPRODUZIONE RISERVATA