Caos Talete, Arena scrive alla società: «Fuori i dati, perché paghiamo di più?»

Mercoledì 16 Dicembre 2020 di Massimo Chiaravalli
Caos Talete, Arena scrive alla società: «Fuori i dati, perché paghiamo di più?»

«Sull’indagine della Corte dei Conti so solo per sentito dire, ma sono convinto che i sindaci abbiano svolto il loro ruolo. Daranno le loro risposte e vedremo che succede». Il sindaco Giovanni Arena sul possibile mancato controllo analogo è garantista. Intanto ha scritto a Talete una lettera in cui chiede una serie di informazioni nel dettaglio. E si appresta a chiedere al consiglio comunale un mandato per l’aumento delle tariffe.

Venerdì il tema sarà affrontato in commissione: il presidente Bossola ha assicurato la sua presenza. Poi il 22 nella sala d’Ercole. «Prima di andare in assemblea dei sindaci – dice Arena - vorrei un indirizzo del consiglio. Farò una relazione per spiegare cosa significa votare in un modo o nell’altro. Per me l’aumento è quasi un atto dovuto, anche se politicamente non paga: le tariffe sono state approvate da Arera, se non passano ti scordi l’eventuale finanziamento da 40 milioni per gli investimenti». E chiede alla Regione, essendo questo un Ato debole, una maggiore presenza, «senza voler però fare lo scaricabarile».

Arena il 3 dicembre ha scritto alla società «e mi aspetto che alla prossima assemblea dei soci mi venga data risposta». Ecco la lettera: «Al fine di esercitare la funzione di vigilanza in ordine all’andamento economico finanziario della gestione, i cui risultati economici, patrimoniali e finanziari ricadono sugli enti locali in quanto azionisti, vista la situazione finanziaria al 30 giugno 2020 – si legge - chiedo una maggiore esaustività sull’andamento generale della gestione e in particolare specifiche in merito agli aumentati oneri relativi all’energia elettrica».

E ancora: «Con particolare riferimento agli oneri finanziari si richiede in dettaglio la motivazione del loro scostamento rispetto al 2019. Nel riscontrare una diminuzione dei costi capitalizzati, se ne richiede il dettaglio delle voci di costo e le motivazioni a supporto della loro capitalizzazione». Il sindaco vuole inoltre «conoscere le motivazioni del ricorso al lavoro interinale rilevato dall’incremento dei costi» e «relativamente alla difficoltà di liquidità che si rileva dal consuntivo semestrale si chiede il dettaglio delle azioni messe in atto per fronteggiare i mancati incassi».

Cose che in genere, secondo Arena, nelle assemblee si danno per scontate «perché sono sempre di tipo politico più che di controllo. Quindi sarò molto presente per capire il futuro della società».

© RIPRODUZIONE RISERVATA