Sempre più droga a Viterbo, è allarme per gli spacciatori minorenni

Sabato 25 Maggio 2019

Lotta allo spaccio, in manette altri baby pusher. I due 16enni, residenti nel Viterbese e di buona famiglia, sono stati trovati con la droga nascosta nelle mutande. Secondo quanto ricostruito i due studenti, che al momento dell'arresto avrebbero mostrato disinvoltura e noncuranza, compravano l'hashish a Roma e poi la rivendevano ai ragazzi delle superiori della Tuscia. Target della fiorente attività illecita gli studenti pendolari, con un bacino di oltre quattrocento potenziali utenti al giorno. Uno dei due era stato già denunciato a piede libero dai carabinieri alcuni mesi fa, quando arrestarono al Riello altri due giovanissimi spacciatori.

L'arresto dei due baby spacciatori è scattato giovedì pomeriggio durante un servizio antidroga dei carabinieri del Nucleo operativo tra le stazioni ferroviarie di Porta Romana e Cura di Vetralla, per intercettare giovani corrieri provenienti dalla capitale. «L'operazione - hanno spiegato gli investigatori - che vedeva impiegati diversi militari coadiuvati anche dagli equipaggi già impiegati nei controlli straordinari in corso dalle prime ore del mattino come l'elicottero del Cio, ha permesso di arrestare in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio, due studenti di un istituto superiore di Viterbo».

Quello di giovedì è solo l'ultimo di una serie di arresti per spaccio tra minori. Lunedì scorso i carabinieri sono intervenuti in via Sant'Agostino, in centro storico, dove era stato segnalato uno spaccio di droga tra giovanissimi e hanno bloccato un sedicenne, che stava vendendo 10 grammi di hashish a un coetaneo. In casa del minore ne sono stati trovati altri 20 grammi. Il sedicenne è stato arrestato e portato all'istituto di Casal del Marmo, mentre il consumatore è stato segnalato alla Prefettura.

I due 16enni arrestati l'altro ieri però avevano addirittura più di due etti di hashish. Il primo residente a Vetralla è stato trovato con 120 grammi, mentre il secondo di Ischia di Castro è stato trovato con altre dosi per un totale di circa 60 grammi. Entrambi i minori arrestati sono stati portati al centro di prima accoglienza di via Virginia Agnelli di Roma in attesa dell'udienza di convalida.

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 11:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma