Ortoetruria, arriva Sora. Nel mirino ci sono i due punti

Sabato 10 Novembre 2018 di MARCO GIULIANELLI
Terzo appuntamento interno per la Stella Azzurra che domenica, alle 18, ospiterà al palaMalè Sora, in una partita dalla quale i ragazzi di Fanciullo vogliono a tutti i costi ottenere un risultato positivo che possa servire a risalire la classifica. Nelle ultime due gare i biancostellati sono stati superati da Frassati in casa, in una partita che senza qualche pausa di troppo si sarebbe potuta concludere con un successo contro un avversario ancora imbattuto e poi da Formia, sul cui campo l'Ortoetruria ha giocato un buon incontro opposta ad una compagine di grande qualità con la quale ha a lungo lottato ad armi pari. Ancora pochi punti, ma buoni segnali che fanno pensare che contro la temibile compagine di Sora si possa continuare a crescere in gioco, automatismi e si spera anche posizioni in graduatoria.

In un campionato comunque equilibrato i prossimi avversari dell'Ortoetruria sono formazione di tutto rispetto, che vanta nel proprio roster giocatori molto buoni come Purplevics, Railans, Vukajilovic, Cohen e Frisari, uniti ad una pattuglia di giovani assai interessanti.

"Ci attende una partita difficile - dice coach Umberto Fanciullo - contro una squadra molto giovane che, proprio per questo, non è decifrabile. Possono fare grandi exploit, ma abbattersi facilemnte durante le gare ed è ciò che dobbiamo sfruttare cercando di utilizzare al massimo l'arma dell'esperienza"

La Stella è ancora alle prese con qualche infortunio che non permette di avere certezza sull'utilizzo del roster completo, in particolare con Misino affetto da una distorsione alla caviglia subìta nell'ultima trasferta.

Una partita però, che al di là del valore di chi potrà andare in campo e di chi ci si troverà davanti, non potrà che essere affrontata con un solo chiaro obiettivo: quello di riprendere il cammino positivo per una squadra che sta cercando nuovi equilibri, ma soprattutto la migliore forma di alcuni suoi giocatori.

Una Stella da cui ci si attende quindi una prestazione di livello, ma soprattutto improntata alla consapevolezza di poter fare bene attraverso la qualità dei propri elementi e un gioco certo interessante che deve svilupparsi con continuità e concentrazione per tutta la gara. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il manuale dei viaggiatori per evitare i borseggiatori di Roma

di Mauro Evengelisti