Viaggiare in Giappone costerà meno: ecco l'idea per attrarre i turisti

EMBED
Un piano ambizioso per la ripresa del turismo in Giappone a partire dal mese di luglio, che prevede fino alla metà del rimborso per i viaggiatori che intendono visitare il Paese del Sol Levante. È quanto prevede di mettere in campo l'Ente del turismo nipponico (Jta), nel tentativo di far ripartire il traffico aereo verso il versante dell'Asia Pacifico dopo il quasi azzeramento registrato durante la pandemia del coronavirus, e in previsione del rinvio delle Olimpiadi di Tokyo al prossimo anno. Il direttore della Jta, Hiroshi Tabata, ha riferito che un finanziamento del valore di 11,5 miliardi di euro sarà reso disponibile e che presto verranno svelati i dettagli per fronteggiare l'emergenza. In particolare, nel mese di aprile il calo dei turisti è stato vertiginoso: meno 99,9% con neanche 3.000 arrivi, dopo i quasi 32 milioni di turisti stranieri che hanno visitato l'arcipelago nell'intero 2019. Il settore del turismo è stato uno dei volani della ripresa economica lo scorso anno, e adesso il governo di Tokyo intende ripristinare il flusso turistico, anche in considerazione della espansione più contenuta dei contagi da Coronavirus registrata nel Paese rispetto ad altre nazioni avanzate.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani