Sciopero aerei 8 giugno, voli in ritardo o cancellati e disagi in tutta Italia

Problemi registrati soprattutto a Bergamo Orio al Serio e Milano-Malpensa. Ma anche a Linate, Roma Ciampino e Fiumicino, Cagliari e Torino

Sciopero aerei 8 giugno, voli in ritardo o cancellati e disagi in tutta Italia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Giugno 2022, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 15:02

Sciopero aerei 8 giugno 2022. Mattinata di disagi negli aeroporti italiani, per lo sciopero indetto dai dipendenti delle compagnie low cost Ryanair, easyJet e Volotea. Per tutte le compagnie lo stop è durato 4 ore, dalle 10 alle 14. Decine di voli sono stati cancellati o hanno subìto ampi ritardi, paralizzando gli aeroporti. Grandi disagi sono stati registrati soprattutto a Bergamo Orio al Serio e Milano-Malpensa. Ma anche a Linate, Roma Ciampino e Fiumicino, Cagliari e Torino. Nel pomeriggio la situazione è tornata lentamente alla normalità.

Trasporto aereo, al via sciopero nazionale dei lavoratori compagnie low cost

Voli cancellati in Sardegna

Sit-in dei lavoratori delle compagnie aeree Volotea e Ryanair questa mattina a Cagliari: presidio davanti al settore partenze e due voli cancellati (sei in totale nei tre scali sardi) in occasione dello sciopero nazionale di quattro ore. «Numeri ancora da definire - spiega all'ANSA William Zonca, segretario regionale Trasporti Uil - ma sicuramente l'adesione è stata buona. Sempre tenendo conto però che ci sono delle fasce di garanzia da rispettare e che in tanti, pur volendo aderire alla protesta, non l'hanno potuto fare». Problemi dappertutto.

E Cagliari non fa eccezione: «Il personale è poco - continua Zonca - e non si è risolto il problema del precariato. La contrattazione è arrivata ai limiti, anche economici, e le condizioni non sono più accettabili. La deregulation - conclude - non è regolata». A Cagliari sono stati cancellati il volo Easyjet per Milano e il Ryanair per Bergamo. Ad Alghero il volo Ryanair per Milano e il Volotea per Verona. Ad Olbia cancellato il volo Wizz Air per Verona e l'Easyjet per Bergamo.

 

La protesta

«Con lo sciopero chiediamo l'apertura un confronto sulle problematiche lavorative e sulle condizioni salariali di piloti e assistenti di volo», spiega il segretario nazionale della Filt Cgil Fabrizio Cuscito sulla protesta di lavoratori e lavoratrici Ryanair sottolineando che «senza risposte sull'applicazione del contratto nazionale e sul riconoscimento di diritti e tutele da parte della compagnia aerea irlandese e delle sue controllate estere andremo avanti con le proteste tutta l'estate».

«È inaccettabile - sostiene il dirigente nazionale della Filt Cgil - che Ryanair non applichi i minimi salariali previsti dal contratto nazionale, tra l'altro violando quanto previsto dalla normativa italiana per il trasporto aereo. Nella giornata di oggi inoltre stop di 12 ore anche di Enav presso il Centro di controllo d'area di Milano, indetto dalle sigle sindacali Ugl-ta e Unica, nella fascia oraria dalle 08.00 alle 20.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA