CORONAVIRUS

«Troppi studenti positivi». Il sindaco
di San Gemini chiude tutte le scuole

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Aurora Provantini

SAN GEMINI - Il sindaco Luciano Clementella chiude tutte le scuole di ogni odine e grado.  «A seguito del riscontro di crescenti casi Covid-19 - dichiara Clementella -  soprattutto in ambito scolastico, si è ritenuto opportuno sospendere l’attività didattica in presenza, fino al completamento della verifica della diffusione dei contagi da parte dell’Usl Umbria2 nel nostro territorio». «In accordo con l’Unità operativa complessa di igiene e sanità pubblica e con la dirigente scolastica è stato deciso di percorrere questa strada, per tutelare i nostri bambini e ragazzi, i loro insegnanti, gli operatori scolastici, le famiglie e la comunità» – spiega il primo cittadino. Arriva nella serata di lunedì 12 ottobre l’ordinanza del sindaco di San Gemini di chiusura di tutti i plessi scolastici «dal momento che in due giorni sono stati riscontarti 25 casi positivi». Tra i contagiati ci sono infatti 9 studenti, due insegnanti, una operatrice scolastica. «Quei numeri ci hanno spinto nella direzione della salvaguardia della tutala della salute della comunità». In attesa di un monitoraggio più approfondito restano chiuse tutte le scuole, da martedì 13 ottobre. «Sa Gemini non è stata comunque dichiarata Zona Rossa – chiarisce Clemntella – perché il numero dei contagiati non supera l’uno per cento della popolazione residente». Già da sabato scorso una precedente ordinanza aveva posto limitazioni all’orario di chiusura dei pubblici esercizi e fatto annullare ogni evento che potesse creare assembramenti, fino al 31 ottobre. La situazione viene rivalutata giornalmente, segnala Clementella, e non si esclude l'adozione di provvedimenti più restrittivi, qualora la curva dei contagi dovesse continuare a crescere.

Ultimo aggiornamento: 21:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA