"Il ciclo non è un lusso": le farmacie comunali di Terni non faranno pagare l'Iva sugli assorbenti per i tre mesi estivi

"Il ciclo non è un lusso": le farmacie comunali di Terni non faranno pagare l'Iva sugli assorbenti per i tre mesi estivi
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Maggio 2021, 10:41 - Ultimo aggiornamento: 11:24

Il ciclo non è lusso. E così le Farmacie di Terni non faranno pagare l'Iva sugli assorbenti femminili nel mesi di giugno, luglio e agosto per dare «un segno di vicinanza concreta all'universo femminile». Il progetto "il ciclo non è un lusso" affronta il tema dell’imposta sugli assorbenti che nel nostro paese è fissata al 22 per cento come un bene di lusso, e mira alla sensibilizzazione delle autorità competenti circa la necessità di adeguare il valore dell’imposta sul valore aggiunto. Comprare gli assorbenti non è un'opzione, ma una necessità.

Per questa ragione le Farmacie Comunali di Terni si impegnano ad eliminare temporaneamente  l’importo dell’iva sugli assorbenti nei mesi estivi. Inoltre, viene sottolineato, «da tempo l’azienda si è attivata con i produttori al fine di sottoscrivere accordi attraverso i quali l’Industria del settore è stata coinvolta nel progetto e si farà carico economicamente dell’operazione. Oltre a ciò, le Farmacie Comunali di Terni hanno varato una serie di attività che prevede, per tutta l'estate, «la decurtazione dell'iva oltre che sugli assorbenti anche  sugli integratori menopausa, integratori cistite, creme ed integratori gambe gonfie». Infine, «in luglio sono previste delle giornate dedicate all’erogazione di servizi con l’apparecchio pletismografo, per effettuare una valutazione della circolazione degli arti inferiori e verrà pubblicato un editoriale informativo sulla circolazione linfatica da parte del personale di farmacia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA