Perugia, l'aperitivo con le amiche
finisce con un arresto

Mercoledì 10 Settembre 2014
Perugia, l'aperitivo con le amiche finisce con un arresto

PERUGIA - Mentre passeggia in centro riconosce chi le ha rubato il cellulare e chiama il 113, che ferma il ladro.

I poliziotti della volante infatti hanno sottoposto a fermo per rapina impropria un italiano di 37 anni che circa dieci giorni fa aveva sottratto un telefono cellulare a una ragazza perugina, sfilandolo dalla sua borsa mentre entrambi si trovavano nella zona del Pincetto.

La ragazza, però, si era accorta immediatamente dell’accaduto e si era rivolta a brutto muso all’uomo chiedendogli di restituire il telefono. Ma il 37enne si era allontanato, costringendo la ragazza a inseguirlo e a cercare di strapparglielo dalle mani. Ma il ladro l’aveva violentemente spintonata prima di fuggire.

Ieri, però, la giovane, che si trovava in centro insieme ad alcune amiche, lo ha rivisto e ha subito chiamato il 113. A questo punto, una volante e un equipaggio della polizia di quartiere sono arrivati sul luogo della segnalazione e hanno circondato l’uomo, che quindi non ha avuto alcuna possibilità di scappare.

Portato in questura, è stato stato fermato per rapina, misura resa necessaria, in considerazione della chiara pericolosità del soggetto: l'uomo, infatti, sprovvisto di stabile dimora è gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. È stato rinchiuso nel carcere di Capanne.

Ultimo aggiornamento: 16:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA