Spoleto, scopre due ladre dallo spioncino:
l'impresa della nonna detective

Martedì 9 Settembre 2014
Spoleto, scopre due ladre dallo spioncino: l'impresa della nonna detective
SPOLETO - » in casa e sente rumori sul pianerottolo. Ma non apre la porta: coraggiosa sž ma non sprovveduta.

Si mette invece a guardare dallo spioncino e vede subito quelle due ragazze che stanno armeggiando sulla porta del suo vicino. √ą cos√¨, con la sua reazione immediata, che un'anziana signora ha permesso infatti di sventare un tentativo di furto in un'abitazione di Spoleto. In seguito alla sua segnalazione al 113, la polizia ha poi rintracciato due giovani nomadi, una delle quali denunciata a piede libero per avere rubato in precedenza in un'altra abitazione.



Dallo spioncino di casa, infatti, l'anziana ha visto le due giovani al lavoro sul portone dell'abitazione di fronte. Intuendo le loro intenzioni ha gridato e ha chiamato il 113 disturbando così le nomadi che sono fuggite. Poco dopo una pattuglia del commissariato di Spoleto ha rintracciato due giovani e - hanno riferito gli investigatori - all'interno di una delle borse sono stati trovati degli arnesi da scasso.

Nel corso degli ulteriori accertamenti, una delle nomadi √® stata ritenuta responsabile di un furto compiuto lo scorso 3 settembre in casa di uno spoletino. Di qui la sua denuncia, con foglio di via obbligatorio per tre anni. L'altra ragazza, minorenne, √® stata invece affidata ai familiari. Ultimo aggiornamento: 17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA