Perugia, per il Giro d'Italia sarà festa
grande tra bici storiche e sbandieratori

Lo stendardo appeso a palazzo dei Priori annuncia l'arrivo del Giro d'Italia in città
di Riccardo Gasperini
3 Minuti di Lettura

PERUGIA - Fra storia, folklore e scienza, seppure con le dovute quanto necessarie limitazioni, saranno tanti gli eventi che da oggi aprono ufficialmente l’arrivo del Giro d’Italia in città. Coinvolta non solo l’acropoli, ma una buona parte del territorio. Quella del Giro diventerà così una occasione per mettere in bella mostra Perugia grazie «ad un lavoro fatto in nemmeno due mesi da associazioni del centro unite con le forze del ciclismo del territorio. E mettere insieme tutte queste voci non era scontato». Così ieri l’assessore allo Sport Clara Pastorelli ha presentato il calendario di appuntamenti in vista della Perugia-Montalcino, undicesima tappa del Giro (162 chilometri) che colorerà di rosa la città mercoledì 19, con la carovana dei ciclisti che partirà da piazza IV Novembre alle 12,55. Una tappa «fortemente voluta» dalla città e dal Comune che proprio a ridosso del 15, ha sottolineato il sindaco Andrea Romizi «intitolerà nella zona di Ripa alcune vie a campioni del ciclismo, come Alfonsina Strada, una pioniera del ciclismo femminile».

OGGI TRE GARE Tre gare, tutte per ragazzi (esordienti e allievi), aprono gli eventi che portano al Giro. Oggi 200 atleti in sella per il 66° Gran Premio Pretola, 6° memorial Mario Piorigo e 4° memorial Antonio Mariotti fra Pretola, Sant’Egidio e tante altre zone del territorio comunale.

LA SCIENZA Anche il Post, che ha riaperto ieri, contribuisce con due eventi dedicati ai più piccoli. Nel pomeriggio di giovedì 13 e venerdì 14 (per info e prenotazione obbligatoria 075-5736501) laboratorio “La scienza su due ruote” e “Bicicletti…Amo”, quest’ultimo per i più piccini.

TANTA STORIA Sabato 15 l’associazione Francesco nei Sentieri organizza un tour con bici storiche e da strada, dal centro fino a Civitella d’Arna e Pretola. A proposito di storia del ciclismo, nelle vetrine dei negozi del centro sono esposte decine di maglie dei campioni umbri del passato.

L’INCONTRO Mercoledì 18 grande convegno (online) per parlare di Perugia e del legame con il giro, di sicurezza stradale, mobilità sostenibile con tanti ospiti. Diretta dalle 16 nella pagina Facebook del Comune. Ci sarà anche Mario Cipollini, vincitore della tappa Perugia-Terni nel 1995.

CORSA E SPETTACOLO Il giorno della corsa, ancora spettacolo. Al Santa Giuliana e nelle vie del centro ci saranno sbandieratori, le filarmoniche del territorio, i rioni di Perugia 1416, bici storiche in sfilata.

VIABILITA' «La città non sarà chiusa al traffico». La polizia locale, con il coordinamento della prefettura, delle altre forze dell’ordine e della Provic lavora al piano per la gestione dell’evento che comporterà qualche cambiamento già dal 18, come in piazza Italia e largo della Libertà e, il giorno dopo, in viale Roma, via Fiume, l’area terminal bus e piazzale Bellucci con la sosta vietata. Dalle 11 del 19 probabile una parziale chiusura del traffico nelle principali intersezioni (XX Settembre, Cacciatori delle Alpi) dove sarà comunque garantito il transito finché sarà possibile. A fare il punto ieri Nicoletta Caponi, comandante della polizia locale. «Le uscite della superstrada il giorno del giro saranno garantite a Piscille, Madonna Alta e San Faustino, sarà chiusa Prepo». Nell’occasione è stato fatto un appello ai perugini a «seguire il Giro ma sempre con le dovute attenzione. Sia momento di gioia e rilancio della città ma con la massima attenzione».

Domenica 9 Maggio 2021, 18:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA