Stroncone, coltivava la canapa
nel bosco, trovato con le foto trappole

Venerdì 17 Luglio 2020
Stroncone, coltivava la canapa nel bosco, trovato con le foto trappole

Dopo una serie di sopralluoghi ed appostamenti, svolti dai carabinieri della stazione di Stroncone e della della Forestale, è stata trovata una coltivazione illegale  di canapa indiana tra rovi e ginestre. Erano stati interrati molti vasi contenenti ognuno una pianta di “canapa indica”, ben curate anche con l’uso di specifici fertilizzanti, avendo premura di lasciare nei pressi adeguati quantitativi di acqua fondamentali per la necessaria irrigazione delle piante.  Il responsabile delle coltivazioni illegali veniva individuato ed identificato anche mediante l’utilizzo di strumenti automatici di sorveglianza attivati tramite sensori di movimento, in gergo denominati “foto trappole”.
Dalla visione delle immagini video e fotografiche, catturate dalle fototrappole si appuravano i vari movimenti effettuati in giorni diversi nei quali un giovane si adoperava a 360° della cura delle piante, partendo dall’irrigazione, all’apposizione di bacchette per il sostegno e tutte le altre attività svolte da vero coltivatore provetto Una volta chiaro il modus operandi posto in essere dall’autore dell’illecita produzione ed una volta identificato lo stesso, una squadra composta da Carabinieri e Carabinieri Forestali, procedeva al recupero ed al sequestro delle piante e, successivamente, alla perquisizione nell’abitazione del giovane, un trentenne del posto, a seguito della quale si rinveniva il materiale utilizzato per la coltivazione delle piante (vasi, piccone, terriccio, fertilizzanti, etc.) nonché per il consumo dello stupefacente ricavato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA