CORONAVIRUS

Covid, Tesei firma nuova ordinanza: stop e controlli per chi è stato nei Paesi a rischio

Lunedì 17 Agosto 2020
Donatella Tesei

PERUGIA  - L'Umbria adotta le nuove norme per il contenimento del coronavirus. La presidente della Regione, Donatella Tesei, ha firmato un'ordinanza che prevede ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica. Palazzo Donini spiega che l'atto si è reso necessario alla luce del fatto che i dati contenuti nell'ultimo rapporto di monitoraggio dell'emergenza epidemiologia, «confermano la ripresa della circolazione virale, conseguente all'allentamento delle misure di restrizione della mobilità e all'incremento di rientri di umbri dall'estero».
In particolare, anche dopo soggiorni-vacanze, o vacanze studio, da Spagna, Malta e Grecia, è stato riscontrato l'abbassamento dell'età media dei nuovi casi. Scatta l'obbligo dalle 18 alle 6 sull'intero territorio della regione 
Umbria di usare mascherine anche all'aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico e negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie ed altri luoghi ed aree comunque denominate).
Non solo, fermi restando i divieti e le limitazioni di ingresso in Italia stabiliti dal dpcm del 7 agosto e dall'ordinanza emanata dal ministro della Salute il 12 agosto, tutti i cittadini umbri e i domiciliati in Umbria, che abbiano soggiornato o transitato nei quattordici giorni precedenti, in Spagna, Malta, Croazia e Grecia e che rientrino in Umbria hanno l'obbligo di segnalare il loro arrivo e rendere le informazioni richieste e di comunicare tale circostanza al proprio medico. È richiesto inoltre, il recapito telefonico in cui ricevere le comunicazioni durante l'intero periodo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario e di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, fino al momento dell'esecuzione di un tampone con esito negativo. È poi previsto divieto di spostamenti e viaggi e i cittadini rientrati in Umbria dai Paesi oggetto dell'ordinanza dovranno rimanere raggiungibili per ogni attività di sorveglianza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA