Cinque concorsi di progettazione per il recupero di beni immobili della Provincia Terni

Cinque concorsi di progettazione per il recupero di beni immobili della Provincia Terni
di Claudia Sensi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 1 Dicembre 2022, 00:50

“Rivalutare e riqualificare i beni della Provincia di Terni partendo da un attento esame dello stato dell’arte del nostro patrimonio che è molto ricco”.

Questo l’intento dell’avviso pubblico per cinque concorsi di progettazione, per un totale di 500.000 euro, che la presidente Laura Pernazza ed il consigliere delegato alle opere pubbliche e viarie Sergio Armillei hanno presentato in una conferenza stampa nella sala del Consiglio provinciale.

“Questa opportunità che c'è stata data dall'Agenzia per la Coesione Territoriale, ha spiegato la Presidente, ci consente di poter mettere a bando cinque concorsi di progettazione che riguardano altrettanti elementi ritenuti da noi strategici nel panorama del patrimonio immobiliare dell'ente.”

I cinque concorsi riguardano l’ex Globus Tenda di viale Trieste a Terni, che attualmente versa in uno stato di grave degrado, con la rifunzionalizzazione ad uso delle strutture scolastiche e sportive del Casagrade Cesi, importo totale 93.388,80 euro; la Rocca Albornoz di Piediluco, con il restauro conservativo e la valorizzazione del bene nonché il miglioramento della sua fruibilità anche a livello turistico, importo totale 102.359,04 euro; la riqualificazione dell’ex fonderia didattica dell’Istituto tecnico e tecnologico Allievi Sangallo di Terni, laboratorio che era stato dismesso per una legge ministeriale e che contiene ancora tutto il materiale per i lavori di metallurgia, per una musealizzazione di archeologia industriale, importo totale 73.236,48 euro; le strutture scolastiche e sportive di Ciconia di Orvieto con il completamento dell’auditorium - biblioteca, la riqualificazione e copertura del campo polivalente, del palazzetto dello sport e di tutto il tessuto connettivo tra gli edifici, importo 123.494,40 euro; il miglioramento del collegamento viario tra la strada provinciale ex Statale 79 (Terni-Marmore-Piediluco) e la nuova strada a scorrimento veloce Terni Rieti, in corrispondenza dello svincolo di collegamento di quest'ultima a Piediluco, che presenta una situazione stradale non consona a mezzi superiore a 35 quintali e di conseguenza genera una problematica enorme per esempio gli autobus turistici, importo totale 106.782,72 euro. 

“Questi concorsi di progettazione, hanno concluso Pernazza e Armillei, ci consentiranno di poter poi, una volta definite le idee progettuali che riguardano questi beni, di metterli a bando, nel senso di poter usufruire ad esempio di fondi del Pnrr, fondi regionali o anche fondi privati attraverso Project financing. Andranno a far parte di un parco progetti che la Provincia potrà poi utilizzare negli anni a venire per opere di riqualificazione. Siamo fiduciosi che possa esserci una grande partecipazione.”

Il presidente dell’ordine degli architetti di Terni Stefano Cecere, presente alla conferenza stampa, ha espresso soddisfazione per l’iniziativa “che – ha affermato – si inserisce nel quadro della valorizzazione complessiva dei beni immobili del territorio ed offre anche interessanti opportunità per i giovani architetti”.

Il termine per la presentazione dei lavori è il 18 febbraio 2023.

© RIPRODUZIONE RISERVATA