Amelia cinema: continua la rassegna omaggio ad Alan Parker. Fino al 27 settembre, appuntamento con il suo cinema fra thriller e musica.

Giovedì 24 Settembre 2020 di Francesca Tomassini

AMELIA - Prosegue l'omaggio cinematografico ad Alan Parker il grande regista inglese recentemente scomparso. A promuoverlo l'associazione Oltre il Visibile con una quattro giorni di proiezioni dal titolo "Music in the wind". 

Programma: 
giovedì 24 settembre – ore 21.00 la visione del film cult Angel Heart - Ascensore per l'inferno (1987).
La pellicola, sceneggiata dallo stesso regista, ha come protagonisti Mickey Rourke, Robert De Niro e Lisa Bonet ed è liberamente tratta dal romanzo Falling Angel di William Hjortsberg del 1978.
La forza del film è nelle sfumature cupe e nei toni scelti dal regista per questa detection-story al limite fra thriller e horror.
Si spazia in una vicenda dalle tinte forti, vagando da Brooklyn ad Harlem fino a New Orleans. Mentre la storia si intasa di mistero, ci si imbatte in inquadrature capaci di evocare grandi suggestioni.

Venerdì 25 settembre – ore 21.00 proiezione de Le ceneri di Angela (1999).
Il soggetto è tratto dal romanzo autobiografico omonimo di Frank McCourt, e rispecchia in maniera estremamente drammatica e realistica le condizioni di privazione e sofferenza di molte famiglie in quegli anni.
Il titolo «Le ceneri di Angela» si riferisce alla conclusione dell'autobiografia d'infanzia e adolescenza irlandesi di Frank McCourt da cui il film è tratto: la madre del protagonista, Angela, muore; le ceneri debbono tornare alla sua terra; la sua scomparsa segna la fine del primo periodo della vita del figlio che se n'è andato dall'Irlanda per tornare negli Stati Uniti dov'è nato.
Irish Film and Television Awards 2000: Miglior film.

Sabato 26 settembre – ore 21.00 visione di Evita (1996), adattamento cinematografico dell'omonimo musical composto da Andrew Lloyd Webber e Tim Rice.
Storia di Evita, da ballerina-cantante-entreneuse a moglie del dittatore Peròn. Evita riesce a farsi adorare dagli argentini, nella sua ingenuità emotiva propugna anche cose buone, soprattutto dà al mondo un'immagine positiva del suo paese. Muore giovane, facendo sprofondare il paese nello sconforto.
Per la versione cinematografica i due autori della colonna sonora hanno composto appositamente per il film il nuovo brano You Must Love Me, premiato con un Oscar alla migliore canzone e un Golden Globe a Madonna come miglior attrice protagonista.
Presentazione a cura di Attilio Faroppa Audrino, scrittore.

La rassegna si chiuderà domenica 27 settembre – ore 18.30, con la proiezione di The Life of David Gale (2003).
Il professore dell’Università del Texas David Gale viene ingiustamente condannato a morte per l’omicidio di un collega, contrario come lui alla pena di morte. Gale decide di contattare una giornalista, Bitsey Bloom, che tenterà di dimostrare la sua innocenza.
Nel film Parker, qui al suo ultimo lavoro come regista, invita a riflettere circa la pena capitale e la sua fallibilità, interrogando lo spettatore sul ruolo dell'attivismo e sul confine tra passione ideologica e fanatismo, servendo un paradigmatico finale.
Nel 2003 il film è stato nominato per l’Orso d’oro al Festival di Berlino e per il Premio PFS per i Diritti Umani.

Per approfondimenti: https://www.oltreilvisibile.it/2020/09/17/music-in-the-wind/

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA