Pomeriggio 5, rissa e spintoni in diretta: «Ho detto vattene!». Barbara D'Urso costretta a intervenire

Pomeriggio 5, rissa e spintoni in diretta: «Ho detto vattene!». Barbara D'Urso costretta a intervenire
2 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Maggio 2021, 08:27 - Ultimo aggiornamento: 14:10

Barbara D'Urso torna a occuparsi del caso della signora P., una donna di Terracina accusata dalla figlia Alessandra di essere un'accumulatrice seriale. In base ad alcuni filmati mandati dalla ragazza a Pomeriggio 5, pare che la signora viva - insieme all'altra figlia - nel degrado e nella sporcizia più totali, in una casa piena di rifiuti. Una condizione, questa, che ha spinto Alessandra a chiedere aiuto alla trasmissione di Barbara D'Urso. La conduttrice, che ha mandato sul posto l'inviata Giorgia Scaccia, ha dovuto però fare i conti con le resistenze della signora di Terracina.

Marina Ripa di Meana, l'accusa del figlio Andrea a Pomeriggio 5: «Lucrezia sta vendendo tutti i suoi gioielli»

La donna ha respinto il tentativo d'aiuto dell'inviata di Canale 5 e della figlia con insulti e spintoni: «Ho detto vattene!». Una vera e propria rissa ripresa la scorsa settimana dalle telecamere di Pomeriggio 5. Barbara D'Urso ha quindi preso in mano la situazione e ha aggiornato i telespettatori sugli ultimi sviluppi: «Stamattina ho cercato di parlare con la signora, ma P. ha due avvocati che ci hanno proibito di parlarle. Domani le due sorelle saranno ricevute separatamente dall'assessore Di Tommaso ai Servizi Sociali per cercare di risolvere la situazione». Barbara ha poi confortato la figlia: «Abbiamo ricevuto tante proposte di aiuto dai nostri telespettatori. Noi non molliamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA