COVID

Dal 27 gennaio torna Italia's got talent. Mara Maionchi: «Comello perfetta, sopporta tutti i giurati»

Venerdì 22 Gennaio 2021
Dal 27 gennaio torna Italia's got talent. Mara Maionchi: «Comello perfetta, sopporta tutti i giurati»

Al via la nuova edizione di Italia's got talent: dal 27 gennaio, il talent prodotto da Fremantle torna in prima visione assoluta su Tv8 tutti i mercoledì dalle 21.30, con sette puntate più la finale live. A decretare il campione dell'edizione 2021 sarà il voto del pubblico da casa, che sceglierà uno dei 12 finalisti che arriveranno alla fine del programma. Sono oltre 3.000, gli iscritti che si sfideranno per tentare la fortuna. Diversissimi fra loro, il 36% dei partecipanti proviene dal Sud, il 33% dal Nord, il 25% dal Centro e il 6% dall'estero: un assortimento variegato che si riflette anche sull'età. Infatti, il più giovane dei concorrenti ha soltanto sei anni, mentre il più anziano ne ha 84. Un'edizione speciale, quella del 2021, che per via delle rigide norme di contenimento anti Covid è stato ribattezzato «lo show della resilienza». Registrato a Cinecittà tra settembre e ottobre, Italia's got talent sarà condotto di nuovo da Lodovica Comello, diventata mamma da pochi mesi. Media partner del programma è Radio Italia, che accompagna lo show dai casting sino alla finale.

Masterchef compie 10 anni. Sulla crisi dei ristoranti, Barbieri: «Aiuti non hanno funzionato, ci diano possibilità di lavorare»

La giuria

«Squadra che vince non si cambia»: questo è il motto della giuria di quest'anno, che vede ancora una volta la partecipazione della nuotarice Federica Pellegrini, oltre a Joe Bastianich, Mara Maionchi e Frank Matano. «Quest'anno come non mai mi sono lasciata andare, mi sono ritrovata in una grande famiglia, sappiamo cosa possiamo dirci», ha dichiarato Federica PellegriniChe poi ha aggiunto: «Recuperare dallo stop del covid non è stato facile, sto cercando di riprendermi più che posso, ma fa parte di questa pandemia, procedo a piccoli passi». E sul fatto che l'Italia rischia di partecipare alle prossime olimpiadi di Tokyo senza l'inno (l'Italia rischia sanzioni da parte del Cio, la decisione verrà presa il 27 gennaio), la campionessa olimpica ha replicato: «Io sono fiduciosa, penso che ogni atleta che rappresenti una nazione debba avere avere la bandiera e poter cantare l'inno».

Soddisfatto della nuova edizione anche Joe Bastianich, che in collegamento da Los Angeles ha affermato che «è stata una bellissima esperienza: mi manca tantissimo Mara, lei mi porta una prospettiva di follia che io nella mia vita non ho e vorrei avere». Tutti i giurati sono concordi nel dire che spesso servirebbe «una piccola Mara Maionchi sul comodino di tutti». Lei ricambia scherzando: «Joe dice così perché è sempre sensibile, fa l'americano, parla coi cani e fischia coi gatti, canta e suona, la Comello ci sopporta tutti e ha tempi perfetti, Federica è bravissima, sciolta».

Tv, i dieci momenti top del 2020: da Bugo e Morgan alle conferenze di Conte, da Harry Potter a Gabriel Garko

Lo show

Lo show è stato presentato oggi in una conferenza stampa web. Si parte con un videoclip girato a Cinecittà con i giudici vestiti da antichi romani, molto spiritoso. Le esibizioni per questa undicesima edizione sono all'insegna della sorpresa: il canto da solista è la performance più gettonata con il 25%, seguito dal ballo (19%) e dal gruppo vocale (11%). Tra queste l'omaggio alla storica band americana Kiss, da parte di un eccentrico pattinatore di 35 anni, lo «spaventoso» ballo di una dolcissima bambina di 10 anni e la danza a colpi di lazo di una coppia di simpatici fratelli.

X Factor, trionfa Casadilego. Cattelan in lacrime: «Lascio, finisce un'epoca». Boom ascolti: +30% rispetto al 2019

O ancora, le magiche melodie di Ennio Morricone rivisitate da una sorprendente «ocarina» umana, un poetico passo a due di una bizzarra settantaquattrenne con un affascinante ballerino e un numero di verticalismo ballerino eseguito da un chihuahua. La giuria ha come sempre il compito di selezionare i talenti che dovranno dimostrare di valere almeno 3 «sì» per entrare nella rosa dei candidati alla finale, o ancora meglio di meritarsi l'ambito golden buzzer: il pulsantone dorato è a disposizione dei giudici che hanno la possibilità di schiacciarlo, nella fase delle audizioni, per mandare un talento direttamente in finale.

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA