Friends, l'errore clamoroso nella trama scoperto 14 anni dopo la fine

Friends, nella trama c'è un errore clamoroso: lo hanno scoperto 14 anni dopo la fine
di Domenico Zurlo
2 Minuti di Lettura
Martedì 25 Dicembre 2018, 14:45 - Ultimo aggiornamento: 15:05

Sono passati oltre 14 anni da quel 6 maggio 2004 in cui Friends chiuse ufficialmente i battenti, dopo ben dieci stagioni. Una delle sitcom più amate in tutto il mondo, con protagonisti tre ragazzi e tre ragazze, aveva fatto compagnia ai fans per dieci anni, e tutto sarebbe finito: anche per gli stessi attori, dato che in alcuni casi la carriera non è certo decollata.

Meghan Markle e Harry soprannominati Monica e Chandler dallo staff: ecco il motivo

14 anni dopo la fine della sitcom, però, è spuntata fuori una novità: un’imprecisione nella trama, di cui nessuno si era accorto. Ne parlano oggi i tabloid britannici, che citano un utente di Reddit, molto attento alla trama e allo svolgersi della stessa, che ha sottolineato un ‘buco’ a dir poco clamoroso.
 


L’errore riguarda la gravidanza di Rachel nella stagione 8 della serie: secondo questo utente, per un errore nelle date da parte degli sceneggiatori, la gravidanza sarebbe durata un anno intero anziché nove mesi. Tutto parte da quando, nella stagione 7 (episodio 17) Monica afferma che si sposerà con Chandler il 15 maggio. Nell’episodio 1 della stagione 8, quello appunto del matrimonio, si scopre che Rachel è incinta e lo è almeno da un paio di settimane: l’episodio 6 è ad Halloweeen (quindi fine ottobre), il che significa che la ragazza è incinta di almeno cinque mesi (ma senza pancione).

Più avanti, sempre nella stagione 8, Rachel annuncia che la sua bambina sarebbe nata la settimana prima della premiere del nuovo film di Joey, previsto per il weekend del Memorial Day (cioè l’ultimo lunedì di maggio). Ma nello stesso tempo, se il 15 maggio si scopre che Rachel è incinta, com'è possibile che partorisca nel maggio dell'anno dopo? È evidente che l'errore ha portato Rachel ad una gravidanza non di nove mesi, ma di un intero anno. Tra i fans la scoperta ha causato da un lato stupore, dall’altro sostanziale indifferenza: a 14 anni dall’addio, non poteva essere altrimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA