Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Costi ridotti e cataloghi ricchi: ecco gli e-book di nuova generazione

gettyimages
di Michele Boroni
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Febbraio 2022, 12:22 - Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio, 09:08

L'innovazione digitale ha rivoluzionato gran parte dei nostri consumi culturali, dall’ascolto della musica alla visione dei film, entrambi oggi dominati dallo streaming e, di conseguenza, anche il business.

L’editoria libraria non si è sottratta a questo tsunami, ma meno di quanto ci si aspettasse, almeno fino ad oggi. Il 2021 infatti è stato un anno di grande crescita per il mercato editoriale librario italiano: secondo i dati rilasciati dall’Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con Nielsen BookData, l’intero settore del libro vale 3,1 miliardi, di cui 1,7 del reparto varia: quest’ultimo in particolare è cresciuto del 16%, registrando un dato senza precedenti. Se si aggiungono anche gli ebook e gli audiolibri, il valore del mercato sale a 1,881 miliardi di euro. Quindi, nonostante le trasformazioni radicali legate all’avvento di internet sulla distribuzione, sulla consultazione e sull’acquisto, i libri di carta finora hanno resistito e con loro anche le librerie che continuano ad avere una quota di mercato del 51,5%. Il libro quindi, a differenza della musica o dei film, fino ad oggi è stato considerato più patrimonio che flusso, più memoria che comunicazione. E in un certo senso anche la pandemia ha ancora più radicalizzato questo approccio.

ORIZZONTI

Il digitale (ebook+audiolibri) vale invece il 7,4% nel comparto varia dell’editoria, quindi in questi anni ha avuto un ruolo marginale rispetto a quello cartaceo. Il futuro però non è privo di incognite: da una parte c’è l’emergenza della carta, intesa sia per i prezzi sempre più alti sia per la disponibilità, mentre dall’altra c’è da registrare un’importante innovazione da parte del mercato degli ebook e degli audiolibri – anche perché nel frattempo sono cambiati anche i tempi, i modi e i luoghi della lettura sullo schermo. Partiamo da qui. La digitalizzazione è oggi in grado di rendere la lettura un’esperienza più completa per raggiungere nuovi lettori-utenti. Innanzitutto è decisamente migliorata la tecnologia che sta dietro agli ebook reader a partire dall’e-ink (o electrophoretic ink o inchiostro elettroforetico), la modalità per imitare su schermo l’inchiostro su un normale foglio. A differenza dei cristalli liquidi che usano una fonte luminosa posteriore, questa riflette la luce ambientale, come un foglio di carta: attualmente quella a sedici gradazioni di grigio è la tecnologia più utilizzata per i più diffusi lettori di eBook (modello Carta). I pannelli e-link sono sempre più grandi (6,8-7 pollici) che corrisponde all’incirca a una pagina di un libro tascabile di carta, con la differenza che possiamo impostare la grandezza del carattere, e non c’è bisogno di tenere una lampada accesa la sera quando si è a letto: in particolare i nuovi Amazon Kindle hanno 17 led che permettono di regolare anche la tonalità della luce per arrivare a una simulazione della carta davvero sorprendente. Molti dei nuovi modelli hanno la connettività Bluetooth e quindi la possibilità di ascoltare anche gli audiolibri attraverso una cuffia o uno speaker connesso. Si passa quindi all’“odore della carta” al “suono delle parole”: gli audiolibri anche in Italia stanno sempre di più crescendo (+37% nel 2021).

PLAYER

 Fino a poco tempo fa erano due le principali piattaforme da cui attingere audiolibri: da una parte Audible di Amazon che permette con un abbonamento mensile (9,99 euro) di accedere ad audiolibri, podcast Audible Original e serie audio, e dall’altra la svedese Storytel con oltre 100mila titoli di audiolibri e podcast da cui poter attingere sempre attraverso un abbonamento mensile da 9,99. Recentemente si è aggiunto anche l’altro grande player del mercato degli ebook reader Rakuten Kobo con la piattaforma Kobo Plus, un servizio di abbonamento che permette sia di leggere ebook sia di ascoltare audiolibri, con la formula definita “All you can enjoy” in partnership con Mondadori e che conta in catalogo centinaia di migliaia di ebook e decine di migliaia di audiolibri. In questo caso i prezzi sono simili agli altri se si vuole accedere solo a ebook o solo ad audiolibri (9,99 euro al mese), ma c’è anche un’allettante offerta per Kobo Plus eBook & Audio a 12,99 al mese.

Per terminare l’elenco delle offerte, questa volta solo ebook, dobbiamo citare anche KindleUnlimited che dà l’accesso illimitato a più di un milione di titoli in epub (il formato esclusivo di Kindle) sempre a 9, 99 euro al mese. Ma ci sono altre novità per quanto riguarda i reader di nuova generazione, come ad esempio una serie di ebook reader resistenti all’acqua o con il display a colori per poter leggere oltre ai libri anche graphic novel e fumetti. L’altra grande novità riguarda tutti quei dispositivi che supportano la scrittura a mano attraverso un pennino. Questo permette di scrivere per esempio appunti sugli ebook o sui documenti in formato PDF, sottolinearli, evidenziarli e scrivere appunti nell’apposita sezione del dispositivo. Questa nuova funzione aumenterà sicuramente la fruizione degli ebook nei prossimi tempi favorevoli alla cosiddetta “lettura aumentata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA