Bertens: «Non sono riuscita a mantenere la calma. Ora testa a Parigi»

Sabato 18 Maggio 2019 di Valerio Cassetta
Kiki Bertens in azione
«E’ stata una partita difficile. Ho avuto alcune opportunità, ho fatto del mio meglio, ma non è andata bene». Mastica amaro Kiki Bertens, 27enne olandese numero 4 del ranking Wta sconfitta in semifinale agli Internazionali di tennis dalla britannica Johanna Konta, numero 42 in classifica. «Ci sono state delle condizioni avverse, come il vento, e non è stato facile. Anche il campo era scivoloso».

Secondo la Bertens sono tanti i motivi che l’hanno portata a perdere, subendo la rimonta dell’avversaria. Nonostante il successo nel primo set per 7-5, sono arrivate due sonore battute d’arresto nel secondo 5-7 e nel terzo 6-2. «Non riuscivo a stare calma e a giocare come avrei voluto - commenta la Bertens -. Cosa non è andato? Penso un po’ di tutto, secondo ma c’era anche un po’ di stanchezza. Ho avuto il giorno libero ieri (per il forfait dell’Osaka ai quarti, ndr), ma non è stato abbastanza. Mi serve ancora un po’ di tempo per riprendermi». L’obiettivo è voltare pagina, la testa è già al Roland Garros: «Mi riposerà per un paio di giorni, poi andrò a Parigi. Penso che tutto possa succedere lì. Se gioco bene, posso andare molto lontano». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma