De Laurentiis: «Cavani al Napoli è una bufala, Benzema e Di Maria sono vecchi»

De Laurentiis
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Luglio 2018, 13:40 - Ultimo aggiornamento: 13:57

«Cavani al Napoli? È una bufala». Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli dal ritoro di Dimaro. Alle voci su un accordo già pronto per 8,5 milioni di euro annui di ingaggio, De Laurentiis ha detto: «Se fossero 8,5 lordi si potrebbe ragionare, ma secondo me per il dio denaro nessuno fa sconti a nessuno, io non ci credo. Non credo che Edison possa fare sconti, può essere suggestionato dall'amore dei napoleani ma noi dobbiamo pensare ai prossimi cinque anni, dobbiamo far crescesere Milik che ha avuto due infortuni e non sappiamo se è un attaccante da 30, 15 o 10 gol. Abbiamo Inglese che è un progetto del Napoli». De Laurentiis non ha però chiuso le porte all'arrivo di una punta: «Ora abbiamo le amichevoli con Carpi e Chievo - ha detto - poi rifletteremo quando ci saremo tutti riuniti anche con Mertens, che arriverà alla vigilia con Liverpool e quindi forse giocherà con il Borussia il 7. Già lì vedremo se in questa moltitudine di attaccanti che abbiamo, ci sarà qualcuno da sostituire, e avremo venti giorni per poterlo fare».

«De Laurentiis scatenato su Di Maria e Benzema per accontentare il tecnico? È falsissimo. Tra me e Ancelotti c'è l'accordo che io voglio. Perché devo prendere due vecchi, con tutto il rispetto?». Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis commentando a Radio Kiss Kiss Napoli le voci su un possibile arrivo a Napoli di Di Maria e Benzema. «Io non devo accontentare i tifosi - ha aggiunto De Laurentiis - che giocano a fare il calcio da bar e li rispetto, ma stessero calmi e ci lasciassero lavorare. Sabaly chiuso? Falso, si è infortunato! Come faccio a chiudere uno che si è infortunato? D'Ambrosio? Falso, non può arrivare». De Laurentiis ha approfondito anche le voci su Cavani: «Guadagna 20 milioni lordi ogni 10 mesi. È formidabile, ma non penso che si dimezzerà il suo stipendio. Se Cavani dovesse telefonarmi e dire di essere pronto a dimezzarsi lo stipendio ed entrare nei parametri del Napoli va bene. Dietro al PSG c'è il Qatar, che cerca di arricchirsi a dismisura nel campo immobiliare e per fare questo deve tenere dalla sua i politici. Io invece ho deciso di fare calcio come se facessi film. Falcao? È uno che non segna più, è una notizia falsa». Il patron azzurro ha definito una «bufala» anche le voci su un interessamento per Belotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA