Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Totti e Bryant, due carriere simili. Due giganti con un grande amore per la stessa maglia

Totti e Bryant
di Redazione Sport
2 Minuti di Lettura
Sabato 23 Luglio 2016, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 13:08

Nonostante siano delle star di due sport diversi, distanti migliaia di chilometri l'uno dall'altro, Kobe Bryant e Francesco Totti hanno molto in comune, come hanno scoperto nel loro incontro a Milano «Totti? È un mito…è semplice per me», ha detto Kobe, a cui ha risposto il numero 10 della Roma: «Kobe è una leggenda, il top del suo sport. Più di questo non c'è». I due campioni sono stati protagonisti di carriere lunghe e vincenti. «La passione, l'amore per lo sport, la responsabilità di dare sempre il 100% quando si gioca. Ogni allenamento, ogni partita. Per me è sempre stato così», ha spiegato Bryant. «Gli obiettivi più importanti si raggiungono solamente dando il massimo, il 100%. Si ha una responsabilità maggiore rispetto agli altri perché la gente si aspetta sempre qualcosa in più. Fortunatamente sono riuscito a dare sempre il mio contributo», ha sottolineato Totti. Entrambi hanno giocato in un'unica squadra. «Cosa significa? I Lakers sono sempre stati la mia squadra preferita quando ero piccolo. È sempre stato un sogno per me giocare per loro. Sono stato molto fortunato a giocare per tutta la mia carriera in una sola squadra. Sono stato sempre fedele alla squadra e la squadra mi ha sempre trattato benissimo», ha spiegato Bryant. Mentre Totti ha ribadito: «La Roma è la squadra per cui ho sempre tifato. Sognavo di indossare questa unica maglia e di diventare il Capitano. Fortunatamente sono riuscito a realizzare tutto questo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA