Ucraina-Inghilterra a Roma, tifosi ammessi alla Fanzone solo con certificato quarantena

Ucraina-Inghilterra a Roma, tifosi ammessi alla fanzone solo con certificato quarantena
3 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Luglio 2021, 19:58 - Ultimo aggiornamento: 20:20

I tifosi di Inghilterra e Ucraina che domani vorranno accedere alle Fanzone di Roma per assistere alla partita degli Europei dovranno presentare il certificato una documentazione che attesti il termine della quarantena prevista dalla normativa nazionale vigente. «Sono giorni che lavoriamo all'arrivo dei tifosi dall'Ucraina e dall'Inghilterra al fine di tutelare la salute di tutti e al contempo la manifestazione stessa», ha spiegato il commissario straordinario Uefa a Euro 2020, Daniele Frongia.

Ucraina-Inghilterra, tifosi a Roma via Dubai. Ma per loro stadio chiuso: annullati i biglietti inglesi

«Non abbiamo fatto annunci o interviste in questi giorni, abbiamo preferito lavorare a testa bassa per arrivare ad un risultato che possa preservare il più possibile sia il divertimento e l'accesso alla Fan Zone sia la salute pubblica - continua Frongia -. Sarà nostro compito monitorare nelle prossime ore direttamente sul campo la situazione e gestirla al meglio congiuntamente alle forze dell'ordine preposte. Ricordiamo che la nostra è la Fan Zone più grande e più bella di tutta Europa, questo però comporta anche delle responsabilità cui non verremo meno in nessuna occasione, compresa la giornata di domani».

La Fan Zone resterà aperta al pubblico come previsto, con accesso su prenotazione per entrambi gli emicicli in Piazza del Popolo e per la Public Viewing ai Fori Imperiali da effettuarsi sempre sul sito euro2020roma.com inderogabilmente entro le tre ore antecedenti l'inizio di ciascuna delle due gare (quindi entro le 15 per la gara delle 18 ed entro le 18 per la partita delle 21). Per l'accesso è richiesto, solo per la giornata domani, il rispetto del protocollo Covid similmente a quanto previsto per lo stadio: andrà quindi mostrato il certificato di avvenuta guarigione da Covid negli ultimi 6 mesi, quello di avvenuta vaccinazione o un tampone effettuato nelle ultime 48 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA