Cinque calciatori inglesi (tre erano agli Europei) sono No vax: «I vaccini un complotto per spiarci»

L'indiscrezione del Sun: i giocatori che rifiutano le dosi potrebbero saltare i Mondiali in Qatar se sarà obbligatorio aver completato il ciclo vaccinale

Cinque calciatori inglesi (tre erano in finale agli Europei) sono No vax: «I vaccini un complotto per controllarci»
di Marco Prestisimone
4 Minuti di Lettura
Sabato 2 Ottobre 2021, 08:06 - Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 10:33

Si scambiano messaggi No vax sui gruppi WhatsApp parlando di fantomatiche teorie del complotto. In Inghilterra è scandalo per cinque calciatori della nazionale - e tre di questi sarebbero stati in campo nella finale contro l'Italia agli ultimi Europei, secondo il Sun - che continuano a rifiutare il vaccino. E che quindi potrebbero saltare anche i prossimi Mondiali nel caso in cui non dovessero cambiare idea. Già, perché Infantino ha previsto di vietare la partecipazione al torneo in Qatar a chi non avrà completato il ciclo con la doppia dose. 

Gran Bretagna, 84% ricoverati per Covid «non vaccinato»: lo studio sui pazienti inglesi da dicembre a luglio

I motivi del "no" al vaccino

Secondo la ricostruzione del Sun che cita una fonte ben accreditata, sono diverse le ragioni per cui i calciatori rifiutano il vaccino: uno di loro avrebbe raccontato di essere «troppo giovane e in forma» per essere colpito dal virus, un altro invece crederebbe in teorie del complotto secondo cui una dose sarebbe «uno strumento dei governi per spiare le persone». Altri addirittura sarebbero stati spinti a non farlo dalle loro compagne No vax. Un esempio è Sam Smalling, la moglie del difensore della Roma, che durante la pandemia più volte ha condiviso sui social teorie contro i vaccini. Lui però dal gruppo di Southgate è già uscito qualche tempo fa e per questo non sarebbe nella "lista" citata dal Sun. 

I timori degli inglesi e le teorie

In Inghilterra temono che questa spaccatura all'interno dello spogliatoio possa creare problemi in vista delle prossime partite e soprattutto del Mondiale. Il commissario tecnico Southgate si è invece espresso favorevolmente sui vaccini: «Non c'è dubbio che il programma di vaccinazione sia la nostra migliore via per uscire da questo problema», aveva detto in un videomessaggio alla nazione. 

Secondo la fonte del tabloid inglese, «gli spogliatoi e i gruppi Whatsapp sono inondati di teorie del complotto No vax. Molti giocatori sono stati ingannati da argomenti e miti online contro il vaccino. E ora si rifiutano di cambiare rotta. Se il Qatar andrà avanti con il piano per cui sarà necessario il vaccino, allora la situazione potrebbe esplodere». Un medico della nazionale ha distribuito un videomessaggio attraverso un'app a tutti i calciatori sfatando i tabù No vax, ma i problemi non sembrano finire. Un medico di un club ha detto: «Abbiamo calciatori che se ne escono con tantissime sciocchezze. Uno mi ha detto che non aveva bisogno del vaccino perché poteva aumentare la sua immunità assumendo vitamine. Alcune delle cose che stanno leggendo – e in cui credono – su internet sono incredibili. I giocatori dicono che li renderà sterili, che fa parte di un complotto che coinvolge Bill Gates, che la pandemia è solo propaganda. Il vero problema è che stanno inquinando anche le menti dei giocatori più giovani».

Marco Prestisimone

© RIPRODUZIONE RISERVATA