Marsiglia-Lazio, Sarri: «Immobile è in dubbio. Rinnovo? Ne stiamo parlando, io sto bene qui»

Marsiglia-Lazio, Sarri: «Immobile è in dubbio. Rinnovo? Ne stiamo parlando, io sto bene qui»
di Daniele Magliocchetti
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 19:11

Vulcanico e mai banale. Maurizio Sarri regala tanti spunti alla vigilia della sfida con l'Olympique Marsiglia. Il tecnico biancoceleste risponde al ministro che ha definito violenti e fascisti i laziali, ha parlato di Immobile, della gara di domani sera e di quanto possa essere decisiva, ma soprattutto del suo futuro alla Lazio, nonostante sia appena cominciato..

Sensazioni sulla partita. «È una gara difficile,sarebbe da folli venire al Velodrome e pensare di disputare una partita facile. Il Marsiglia difende con un modulo e attacca con un altro, inoltre hanno dimostrato all'andata di avere ottime qualità tecniche. Il calcio francese è molto vicino alla nostra Serie A, in qualche caso con eccellenze addirittura superiori. Non ci possiamo aspettare nulla di semplice, ma lo sapevamo vedendo il girone». 

Gara decisiva. «Può essere decisiva. Fino a questo momento non abbiamo mostrato di reggere la doppia competizione, dopo le tre partite di Europa League abbiamo raccolto solo un punto. Ormai siamo in ballo e domani vedremo come ci comporteremo. Se vogliamo crescere abbiamo bisogno di continuità: due partite fatte bene non sono certo sinonimo di continuità. Abbiamo dimostrato di saper reagire, scusate la volgarita, alle figure di merda, ma la continuità è un'altra cosa». 

Lotito e il rinnovo. «Si valuterà nella prossima settimana, adesso abbiamo da fare altre cose. L'unica cosa che posso dire è che alla Lazio sto benissimo. Mi piacciono le persone che lavorano nella società e ho un buon rapporto con il presidente, ma dobbiamo metterci seduti e parlarne».

Video

Marsiglia-Lazio, Sarri: «Immobile è in dubbio»

Condizioni Immobile. «Ciro, oltre al problema del virus intestinale, ha anche un problemino nella parte esterna del ginocchio. Ora è dolente, non sente nulla se corre dritto, ma se fa i cambi di direzione, qualcosa avverte. Vedremo domani. A parte luila squadra l'ho visti bene. Cataldi aveva un acciacco, ma è in ripresa. Vediamo se Milinkovic sente la necessità di fare solo uno spezzone di partita o tutta: viene da sette partite consecutive comprese quelle con la nazionale».

Il blocco ai laziali delle frontiere. «Se fossi Lotito inviterei il ministro a vedere una partita della Lazio e capirebbe da solo che ha detto una cazzata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA