Salernitana-Empoli 2-4, Colantuono "stecca" la prima ma ci sono segnali di ripresa

Salernitana-Empoli 2-4, Colantuono "stecca" la prima, ma nel secondo tempo si riprende
2 Minuti di Lettura
Sabato 23 Ottobre 2021, 16:57 - Ultimo aggiornamento: 17:39

Non buona la prima di Stefano Colantuono sulla panchina della Salernitana. Il tecnico romano, tornato ad allenare in settimana dopo uno stop di quasi due anni, incassa una sconfitta pesante, in casa, contro l'Empoli di Aurelio Andreazzoli ma, nonostante il risultato, non è tutto da buttare per i granata. È vero che nel giro di quindici minuti, i toscani sono già sul 0-3 e agli spogliatoi ci arrivano addirittura con un poker, ma è altrettanto vero che il secondo tempo è di marca esclusivamente campana, e la reazione si vede. Non basta (anche questo è vero) per risollevarsi dall'ultimo posto della classifica, ma può essere un buon segno.

Salernitana, esonerato Castori. Casting per il successore: Colantuono in pole

La Salernitana si sveglia tardi: contro l'Empoli finisce 2-4. Non basta la cura Colantuono 

Due minuti due e l'Empoli è già in vantaggio con Andrea Pinamonti su assist di Filippo Bandinelli, nove minuti dopo è Patrick Cutrone a ribadire la superioriità degli uomini di Andreazzoli su quelli di Colantuono. L'autogol, al tredicesimo, di Stefan Strandberg potrebbe far calare il sipario all'Arechi di Salerno, ma è troppo presto. E le emozioni continuano.

Gli ospiti provano a chiudere la partita più volte nel corso della prima frazione, ci riescono soltanto al quarantacinquesimo, sempre con Pinamonti, e su rigore. Peccato, però, che i granata decidano di svegliarsi nel secondo tempo, sfiorando quasi l'impresa di ribaltare un 0-4 pesante. Ovviamente non ci riescono, ma Luca Ranieri grazie al passaggio decisivo di Frank Ribery e l'autogol di Ardian Ismajli tengono a galla la Salernitana, che al 95esimo potrebbe addirittura segnare il terzo gol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA