Roma, Emerson: «Lo scudetto? La Juve è raggiungibile, il mio sogno è la Seleçao»​

Venerdì 17 Febbraio 2017
1
«Siamo all'inseguimento della Juventus e ancora in corsa sia in Coppa Italia che in Europa League. E il maggior merito per questa nostra annata è di Spalletti». Parola di Emerson Palmieri, protagonista ieri di un gran gol che ha dato il via al largo successo della Roma sul campo del Villarreal.

Il terzino, dopo aver ammesso in un'intervista al sito Goal.com di essere «nella fase migliore della mia carriera» e di aspirare alla Seleçao («Se dovesse chiamarmi l'Italia ci penserò, ma non ho esitazioni nel dire che il mio sogno è quello di indossare la divisa verdeoro del Brasile»), si sofferma ancora sulla rincora alla capolista in campionato. «Com'è vedere i bianconeri sempre lì davanti? È difficile. La Juventus è una squadra che di solito non fa passi falsi. E in questo dobbiamo imparare da loro - riconosce Emerson - Sappiamo però che non è imbattibile e la Roma sta lavorando duro per riuscire a raggiungerla. Abbiamo ancora 13 partite, scontro diretto compreso, per provarci».

E per regalare a capitan Totti un titolo nell'anno dell'addio al calcio giocato. «Non so se sta già pensando a smettere, non so se ha già dei piani su cosa fare dopo il suo pensionamento. Alcuni dicono che questo potrebbe essere il suo ultimo anno, ma io non ci credo, continuo a pensare che giocherà almeno per un altro anno», il pensiero dell'esterno sudamericano.
Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 08:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA