Pioli bacchetta Simeone: «Preferisco altre esultanze»

Domenica 16 Dicembre 2018
«Abbiamo fatto fatica ma tutta la settimana ho cercato di non parlar troppo dei nostri avversari, che è una squadra che sta bene in campo. Abbiamo commesso un errore sul primo gol, ma altrimenti era una partita che stavamo facendo noi, con delle difficoltà perché erano messi bene in campo». Così Stefano Pioli ha commentato il ritorno alla vittoria della sua Fiorentina, mancava dallo scorso 30 settembre, al Franchi contro l'Empoli. «All'inizio naturalmente non c'era quella spensieratezza e quella lucidità per giocare la palla facile - ammette il tecnico viola - dopo invece con il pareggio di Mirallas, che ha fatto un'ottima prestazione e ci sta dando soluzioni in più, la squadra si è sbloccata. Crisi superata? »Possono essere i ragazzi più spensierati e giovani d'Europa, ma non sono irresponsabili. Il fatto di non vincere da settembre creava difficoltà, non mi aspettavo una squadra leggera, e il rischio era maggiore era andare in svantaggio. È successo, ma hanno dato una grande risposta«. Tra i protagonisti della vittoria viola il Cholito Simeone, ancora in gol dopo quello di Reggio Emilia contro il Sassuolo, che ha risposto zittendo il pubblico della Curva Fiesole dopo aver segnato il gol del 2-1: «Il gol di Simeone è importante per la sua fiducia e per la consapevolezza delle sue qualità. Gli anni passati ha segnato tanti gol e lo farà anche quest'anno. Ha avuto un momento difficile ma ora sta uscendo - ha sottolineato Pioli - Preferisco altre esultanze ma era importante vincere la partita. Siamo stati determinati e ci siamo sacrificati tanto, i gol sono arrivati su belle azioni. Oggi i ragazzi non erano liberi di testa, ma credo che fra un pò di tempo questa sarà una crescita importante per questa squadra. Affrontando le difficoltà con coraggio e forza di volontà ci aiuterà».

In casa Empoli, invece, si mastica amaro. Dopo il vantaggio con Krunic, il tecnico Iachini credeva in una prestazione diversa della sua squadra:
«Ci dispiace per i nostri tifosi. Siamo partiti bene, li abbiamo messi in difficoltà con un pressing alto. Dovevamo essere più lucidi nelle letture finali. Abbiamo pagato l'infortunio di Bennacer, il ragazzo è in ospedale e speriamo non abbia problemi alla tibia. L'intervento è stato duro. Abbiamo avuto la palla del 2-2 con Caputo, ma Lafont è stato decisivo e sulla ripartenza hanno fatto gol. Gli episodi nel corso della partita ci possono stare. Qualcosa di meglio si poteva fare, ma abbiamo margini di crescita importanti». E proprio sull'azione del fallo su Bennacer, del viola Benassi, lo stesso Iachini si aspettava una decisione diversa da parte dell'arbitro: «Ha la gamba aperta, immagino sia stato un intervento sostanzioso. E parla uno che di falli ne faceva. Avendo perso il giocatore mi aspettavo che fosse valutato diversamente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma