Lazio, Strakosha: un piedone ti salva la vita

Lunedì 17 Settembre 2018 di Valerio Cassetta
E' una mano de Dios, ma ci mette pure il piede, Strakosha. C'è anche il portiere della Lazio tra i protagonisti del successo contro l'Empoli. Prima su Acquah, poi su Caputo. L'albanese è sempre concentrato fino all'ultimo secondo. Reattivo con la gamba sul tiro ravvicinato del ghanese, strepitoso sul piatto da due passi dell'ex bomber della Serie B. Il tentativo di Caputo, allo scadere del quarto minuto di recupero, viene deviato in calcio d'angolo con una prodezza. Una parata d'istinto, un riflesso felino che fa esplodere la gioia dei biancocelesti. «Non me l'aspettavo, quando l'ho vista lì ho pensato il peggio - ammette Strakosha -. L'importante è che la palla non sia entrata e che la partita sia finita così». Tutti corrono ad abbracciarlo per il miracolo. Lui esulta come se avesse segnato. E in effetti il suo intervento vale come un gol. Un instante dopo l'arbitro Orsato fischia tre volte: al Castellani finisce 1-0. Sorpasso sulla Roma e allungo di due punti sull'Inter. 
UNO SPOT PER PANUCCI
La soddisfazione è doppia anche il portiere, che a luglio fu costretto a fermarsi per un problema alla schiena. Dal ritiro di Auronzo di Cadore segue un programma personalizzato per evitare ricadute pericolose. Un protocollo lungo che gli ha permesso comunque di scendere in campo. Contro Napoli e Juventus qualche critica era piovuta. Lui non si è abbattuto e ha continuato a lavorare in silenzio, convinto che la risposta sarebbe arrivata in partita. Ieri si è preso la sua rivincita. Un messaggio anche a Panucci, ct dell'Albania, dopo le prestazioni altalenanti in Nations League. Bene con l'Israele, meno con la Scozia, (gara in cui ha subito due reti), Strakosha ha risposto presente in Toscana. «I tre punti di ieri non sono solo miei, ma di tutta la squadra. Abbiamo lavorato per questo risultato e abbiamo vinto». L'ex Primavera predica umiltà e guarda avanti: «Siamo sulla strada giusta. Dobbiamo continuare così». Il prossimo impegno sarà in Europa League contro l'Apollon Limassol. Un match che Thomas guarderà dalla panchina: Inzaghi, almeno nella fase iniziale della competizione, schiererà Proto, portiere di coppa. Insomma, Strakosha potrà godersi un giovedì di risposo, aspettando la sfida contro il Genoa, in programma domenica all'Olimpico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma