Milinkovic e Luis Alberto, Inzaghi vince con l'artiglieria pesante

Giovedì 3 Ottobre 2019 di Alberto Abbate
Entrano loro e cambiano la partita. La Lazio non può rinunciare a Milinkovic e Luis Alberto, questa è la risposta. Inzaghi ne cercava una dalla panchina, è sempre la stessa. E' corta, non adeguata e non può rinunciare quindi ai suoi campioni questa squadra. E pensare che Sergej è entrato in campo e ha subito commesso uno sbaglio: s'è perso la marcatura su Morel e i francesi sono passati in vantaggio. Immediato però il suo riscatto: prima il colpo da biliardo per il pareggio, poi il cross perfetto sulla testa di Ciro. Milinkovic è di un altro mondo: “Non ho cambiato io il match, ma tutta la squadra. I miei compagni volevano dare il massimo, ma non sono riusciti a far meglio nel primo tempo. Adesso pensiamo al Celtic, l'importante era vincere per l'autostima. Abbiamo due vittorie alle spalle e ora vogliamo vincere anche a Bologna”. Tornerà con lui anche il decisivo Luis Alberto. Senza lo spagnolo la Lazio non ha idee, né gioco. E' lui a dare il primo assist d'oro, a dare una mano a ogni compagno. La Lazio è insomma quella del secondo tempo. Senza i titolari, non solo l'Europa, ma anche il campionato è sempre a rischio.  Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 12:34


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma