INTER

Lazio-Inter, l’Olimpico si prepara allo show prima del match: apre Briga

Domenica 16 Febbraio 2020 di Valerio Cassetta
Mattia Briga

Ormai i tifosi della Lazio lo sanno: quando c’è una partita di sera, bisogna indossare l’abito delle grandi occasioni. Opere d’arte e pianisti in tribuna autorità, coppe e trofei esposti sotto la Tevere, esibizioni delle sezioni della Polisportiva e tante altre sorprese e iniziative. Lo stadio si veste a festa prima di Lazio-Inter.

APRE BRIGA
La prima volta che saliva i gradini dell’Olimpico aveva quattro anni, Mattia Briga. Era il 16 maggio 1993, Lazio-Ancona 5-0, reti di Cravero, Fuser, Riedle e doppietta di Signori. Mattia non sapeva che sarebbe diventato un noto cantante, non sapeva che avrebbe calcato il palco dell’Ariston (edizione 2019) e non sapeva che 27 anni più tardi, proprio all’Olimpico, avrebbe cantato prima di Lazio-Inter a centrocampo. «Sono emozionantissimo. La società chiedendomi una cosa del genere mi ha preso al cuore», rivela Briga, a poche ore dall’esibizione. E’ la prima volta che il nome dell’artista romano, tra i protagonisti nel 2015 di Amici di Maria De Filippi, viene accostato ufficialmente alla Lazio, la sua squadra del cuore. Un motivo in più per festeggiare i suoi 10 anni di carriera. «Sono più in tensione per la partita che per la mia esibizione», prova a scherzare Mattia, che culla il sogno scudetto.

OMAGGIO A LIAM GALLAGHER
«Bisogna crederci, partita dopo partita, seguendo questo trend. Bisogna giocare lottando contro l’idea della sconfitta», questa la ricetta del rapper per continuare la cavalcata. Cauto ottimismo e grande determinazione. Del resto Briga ha fatto della «lazialità un modo di affrontare la vita, una direzione ostinata e contraria, per citare De Andrè». Alessandro Nesta e Beppe Signori erano i suoi idoli da bambino, quando allo stadio andava con suo padre, Fabrizio. «Se dovessi accostare una mia canzone alla Lazio, non avrei dubbi: “Ciao papà”, in cui c’è il verso “E io vorrei bere una Coca con te, camminando per la strada di domenica alle tre». Un rituale di cui Briga ha nostalgia, ma l’entusiasmo è rimasto lo stesso. Ieri come oggi: «Non vedo l’ora di esibirmi, farà un omaggio a Liam Gallagher. L’Adrenalina è a mille». Oltre allo scudetto c’è un altro sogno: «Fare un concerto allo stadio, magari proprio all’Olimpico»

SHOW COOKING
Nulla sarà lasciato al caso prima del fisco di inizio. Neanche in cucina. Tutto pronto per lo show cooking a cura degli chef Antonello Colonna e Giuseppe Di Iorio, entrambi Michelin Star, che prepareranno rispettivamente mezze maniche all’amatriciana con guanciale di Norcia e mezze maniche cacio e pepe. Il dolce sarà affidato al pastry chef Vincenzo Donnarumma, campione del mondo juniores di pasticceria, che presenterà una caprese glassata al momento con la cioccolata. Prelibatezze per chi avrà la fortuna di accedere alle aree esclusive dell’Olimpico. Insomma, in ogni caso sarà una serata da non perdere per i circa 60mila che hanno acquistato i biglietti. Tanti i vip attesi: dall’interista Paolo Bonolis al laziale Pino Insegno, passando per i tanti ex giocatori. Uno show nello show, aspettando il verdetto del campo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA