Lazio, Immobile non si ferma: è sempre più capocannoniere

Domenica 10 Novembre 2019 di Alberto Abbate
ROMA Premiato a inizio gara dalla Lega come miglior giocatore d'ottobre, non cambia il risultato a novembre. Immobile continua a segnare. Ecco il quattordicesimo gol in Serie A, Ciro stavolta trasforma il rigore, è sempre più capocannoniere. E' stanco, distrutto, eppure fa centro senza nemmeno faticare. Adesso è a un solo gol da Rocchi, terzo marcatore della storia biancoceleste. Finisce nel tabellino per la decima volta consecutiva nelle ultime 12 gare. Cosa gli si può dire? Immobile è addirittura il secondo assistman (5 dietro Luis Alberto a 8) laziale. Regala il passaggio decisivo a Correa per il tre a zero e in pratica chiude il match col Lecce. A fine gara parla da leader: “Vittoria importante e sofferta? Sì, assolutamente, il Lecce era ben messo in campo, ci ha messo in difficoltà. Siamo stati bravi, non era semplice. Il campionato si sta facendo più duro, e oggi gli avversari l’hanno dimostrato. Poi c’era un po’ di stanchezza e rammarico dopo l’Europa League, siamo stati bravi. Lasciamo sempre un piccolo brivido ai nostri tifosi, ogni tanto abbiamo degli sbandamenti, dobbiamo crescere soprattutto in quello. Ora testa alla Nazionale per chi deve andare. Ballottaggio Belotti? E’ bello, è giusto che i giocatori si presentino all’Europeo al top sia fisicamente che mentalmente. Vogliamo dire la nostra, ben vengano i ballottaggi. Per me è positivo, siamo amici, chi starà meglio giocherà. Obiettivo superare 41? L’obiettivo sarebbe vincere tutte le partite, se arriva un mio gol ben per me, ma l’importante è la squadra. Metto sempre compagni, staff e mister davanti a tutti. Siamo una famiglia, dobbiamo fare bene, questa squadra lo merita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma