Lazio-Galatasaray, le pagelle: Immobile (5) è in ripresa, Basic (6,5) è utile

Lazio-Galatasaray, le pagelle: Immobile (5) è in ripresa, Basic (6,5) è utile
di Andrea Sorrentino
4 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Dicembre 2021, 23:14 - Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 08:30

PAGELLE LAZIO

STRAKOSHA 6

Lo lasciano in pace sempre, rischia solo al 42’ pt sul corner-palo di Van Aanholt, poi rimediano altri. Bravo con i piedi. Il pensiero della topica di Istanbul all’andata non lo sfiora

HYSAJ 6

Infilare la mordacchia al vecchio Babel non è un gran problema, gli basta accorciare sull’olandese. Poi prova a lanciarsi negli spazi, in sovrapposizione a Pedro, ma la palla gli arriva ben di rado, e non coi tempi giusti

LUIZ FELIPE 6,5

Ammonito dopo 11’ per un’entrata su Diagne, deve un po’ camminare sulle uova per non incorrere in altri peccati. Ma gli riesce di giocare nitido sul piano tecnico. Al 42’ salva di testa su Babel dopo il palo turco

ACERBI 6

Tocca decine di palloni in impostazione, è il vero regista visto che Leiva è pressato con insistenza. In ripiegamento non ha enormi apprensioni, solo qualche sportellata con Diagne a cui una volta regala un corner

MARUSIC 6

Gli tocca un’ala fastidiosa come Aktürkoglu, che coi suoi scatti secchi e i dribbling dentro il campo gli impone sterzate continue, e qualche esitazione, ma poi gli prende le misure e nella ripresa può partecipare meglio agli attacchi

MILINKOVIC 5,5

Dimostra un certo voglioso attivismo nel pressing, spesso altissimo sul primo portatore di palla, che per lui è Marcao. Ma il gran correre gli sottrae lucidità quando ha la palla e rimane perlopiù inchiodato su se stesso, senza trovare la giocata che illumini

LEIVA 5,5

Feghouli lo tiene d’occhio e gli taglia le linee di passaggio, così non può avviare la manovra se non con tocchi all’indietro. Meglio nella fase di recupero palla, dove intercetta spesso

BASIC 6,5

Si conferma bellissimo atleta, gambe forti, raggio d’azione “box to box”, sempre utile alla squadra. Gli manca l’ultimo passaggio e sbaglia qualcosa in appoggio, però recupera e tiene la posizione con diligenza, è uno su cui contare.

PEDRO 5,5

Un velo per Ciro al 44’ pt è l’unica delizia tecnica di una gara in cui rimane spesso incastrato nella tasca degli avversari e fatica a uscirne, se non palla al piede ma girando al largo

LAZZARI 6

Qualche volata di alleggerimento

FELIPE ANDERSON 5,5

Rimane ai margini

LUIS ALBERTO 6

Pochi minuti, qualche tocco, un destro a lato di poco

CATALDI 6

Dà impulso agli ultimi attacchi

SARRI 6

Squadra ben messa in campo perché non rischia nulla ed è corta al punto giusto, ma la fase offensiva latita, anzi non c’è mai davvero fluidità

Il migliore - ZACCAGNI 6,5

E’ tornato in fiducia, e soprattutto è in condizioni atletiche ottimali e si vede: punta l’avversario con una certa prosopopea, è ottimista, prepara molte offensive, al 44’ produce l’assist per Ciro. Poi cala

Il peggiore - IMMOBILE 5
Non è al meglio e così districarsi dai bravi centrali del Gala è ancora più difficile. Quando gli capita lo spiraglio giusto, al 44’ pt, spara altissimo il sinistro. Ripresa in evidente difficoltà

Arbitro - Del CERRO GRANDE 6

Inventa un paio di falli qua e là, su qualcun altro sorvola, ma tutto sommato è una direzione tranquilla, senza particolari sbavature. All'inizio discute con Sarri e lo invita a sedersi in panchina

© RIPRODUZIONE RISERVATA