Colpo di spugna Inter: prima Spalletti, poi Perisic. Ora tocca a Icardi

Martedì 13 Agosto 2019 di Salvatore Riggio
Ivan Perisic è un giocatore del Bayern Monaco
Un colpo di spugna così non si era mai visto. L’Inter stacca la spina con il suo passato e guarda al futuro con ottimismo grazie ad Antonio Conte e all’arrivo, per ultimo, di Romelu Lukaku, l’attaccante corteggiato per mezza estate e alla fine portato ad Appiano Gentile. In poche settimane in viale Liberazione hanno detto addio a Luciano Spalletti e Ivan Perisic. Ed entro 20 giorni ci sarà il divorzio anche con Mauro Icardi. In sostanza, con tutti i protagonisti della telenovela iniziata il 13 febbraio con la fascia di capitano tolta dal braccio dell’argentino e assegnata ad Handanovic.

Da quel momento, tutto è cambiato nello spogliatoio nerazzurro. Perché Icardi si è tagliato fuori per un mese e mezzo; perché indiscrezioni davano all’esterno croato, ora al Bayern Monaco, il ruolo del grande nemico di Maurito e perché il tecnico di Certaldo è riuscito a strappare il quarto posto senza avere a disposizione il suo centravanti nel momento più delicato della stagione. Nessun vincitore in una storia che forse si sarebbe potuta gestire diversamente, ma che l’Inter ha deciso di cancellare in un colpo solo con due addii e mezzo. Ora con Conte in panchina parte la caccia alla Juve: i nerazzurri si sono rinforzati e studiano ancora due colpi importanti. Uno a centrocampo e uno sulla fascia. Mettendosi alle spalle una telenovela che rischiava, qualche mese fa, di compromettere la rincorsa verso il quarto posto.

  Ultimo aggiornamento: 14:24


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma